Arredamento cucina: consigli funzionali

L’arredamento cucina è sempre un passo importante per creare un ambiente accogliente, fruibile e ben organizzato! Seguite queste linee guida per capire tutti i segreti che l’arredamento cucina nasconde!

Arredamento cucina: materiali e colori

La scelta dei materiali per l’arredamento cucina è fondamentale perché l’ambiente sia abbinato ai materiali utilizzati per la fabbricazione della casa e viceversa.

Il materiale che sceglierete cambierà radicalmente l’aspetto della cucina: il legno renderà l’ambiente caldo e accogliente, l’acciaio darà un tocco di freddezza nordica me potrete guadagnare in design e in praticità.

Nella scelta del materiale per l’arredamento cucina, sopratutto del pianale di lavoro, è opportuno soffermarsi sul tipo di utilizzo che ne fa il cuoco di casa: è un cuoco incallito che ama vedere tutto perfettamente pulito?

La cucina metallica è perfetta. Tra i materiali più diffusi, il laminato vince sicuramente nel rapporto qualità prezzo. Per i colori invece la tendenza è affidarsi a colori neutri che tendono a rendere gli ambienti più ariosi. Resistono tuttavia modelli di arredamento cucina colorati: ritorna il nero, rimane invariata la popolarità del rosso ma attenzione, questi due colori sono ingombranti e non si addicono a una cucina piccola.

Arredamento cucina: modelli e idee

Nell’arredamento cucina occorre considerare anche i diversi modelli e le linee che possono meglio adattarsi all’ambiente.

Si parte dal modello più semplice, quello lineare: la cucina si estende in orizzontale lungo tutta una parete. Dispense ed elettrodomestici fanno un blocco unico: è la soluzione ideale per cucine piccole o che si integrano con la zona living della casa.

Esiste poi la cucina angolare, in cui la disposizione di moduli ed elettrodomestici è a L. Si guadagna spazio ed è sempre molto pratica.

Infine c’è la cucina a isola: è il modello perfetto per chi ama vivere davvero a fondo la cucina: potrete cucinare e intrattenere i vostri ospiti. Unico neo, questa tipologia di cucina richiede molto spazio.

Arredare la cucina è probabilmente una delle parti più difficili dell’ arredare una casa. La cucina è infatti diventata il vero cuore pulsante della casa, luogo di ritrovo e zona da vivere tutti i giorni.

Trovare il giusto arredamento è quindi essenziale per poter avere la cucina ideale!

Arredamento cucina: misure

Nell’arredamento cucina è necessario considerare anche le misure prima di scegliere i mobili.

Potrebbe suonare come la raccomandazione più vecchia del mondo, ma sopratutto se state decidendo di dedicarvi al fai da te, non è scontata! Misurate correttamente lo spazio che avete a disposizione e anche il modello di cucina che state scegliendo, facendo attenzione alle misure degli elettrodomestici.

Munitevi di un quadernino su cui annotare tutto e portate sempre con voi un metro per accertarvi sempre di tutte le misure!

Arredamento cucina: piccoli spazi

Già da un decennio ci  si è allontanati da una modello di vita casalingo classico, ovvero la separazione di ogni ambiente funzionale all’interno dello stesso involucro. Allora si adotta come strategia, la scelta di una cucina sul modello americano, quindi un openspace.

A fronte di questa nuova visione moderna della concezione dell’ abitare si adottano cucine dal  taglio minimale quasi da diventare una scultura e non una funzione primaria; dai tagli semplici, lineari, dai materiali che si adattano ad ogni tipo di arredamento.

Per un ambiente più caldo si prenderanno in considerazione materiali come il wengè, legno scuro, dal taglio elegante e pregiato. Per ambienti con poca luce viene impiegato il bianco o un legno chiaro. Questo tipo di concezione di arredo ha la funzione di fondersi con l’ambiente diventando un elemento che esalta ogni preesistenza all’interno della vostra casa.

Arredamento cucina con induzione

Attenzione non sempre il minimalismo deve essere adottato solo ed esclusivamente all’openspace si adatta ad ogni tipo di metratura e destinazione. Sono le linee  dell’arredo ad esaltare la funzione.

In questo tipo di cucine ogni ruolo è mascherato nella pulizia del design. Non si adottano maniglie, pomelli per l’apertura delle ante o di qualsiasi elemento utilizzabile all’interno della cucina, ma si opta per una tecnologia differente.

Come, ad esempio, la gola (definita gola la scanalatura che corre lungo i mobili) che attraversa tutti i mobili base e permette l’apertura. Molte volte la stessa gola va a creare un disegno estetico dando maggior forza all’arredo.

Questo tipo di tecnologia fa parte della cultura del minimalismo, ma si presenta  utile quando la si ritrova in ambienti non molto grandi, dove ci deve essere la possibilità di movimento senza intralci.

Altra tecnologia utilizzata è l’apertura automatica dei singoli elementi che compongono la cucina , l’apertura avviene attraverso una leggera pressione sull’anta dell’mobile che si vuole aprire.

Segni formali semplici e sobri, un layout attentamente ricercato dove insieme ai materiali assicurano le più elevate performance nell’utilizzo delle funzioni  quotidiane.

La cucina minimale è adatta a qualsiasi tipo di appartamento che comporta ogni tipo di arredo in quanto si compone di elementi dalla forma geometrica semplice e lineare, dando all’ambiente il concetto dell’orizzontalità, continuità e staticità.

Le superfici delle ante, i piani di lavoro ed i complementi vengono disegnati e realizzati con spessori perfettamente armonici. La linea che si va a dare all’appartamento con la sua lingua universale, cosmopolita e flessibile, sicuramente sarà eleganza leggerezza e un aspetto armoniosamente moderno.

Nascono nuovi confini dinamici capaci di generare una nuova architettura del contenere e del mostrare, dove l’uomo all’interno diviene l’attore principale. Il design tipico dell’arte minimale nasce dall’equilibrio delle  proporzioni disegnate, dall’utilizzo di un unico materiale ed un’ unico colore un ‘unica finitura che vanno a combinare l’effetto monolite.

Non capita di rado di sentire amici e familiari che si lamentano di uno spazio ridotto all’interno della loro cucina, ma in effetti spesso è più un problema di organizzazione dei mobili e degli elettrodomestici che una questione di dimensioni vera e propria: anche la più grande delle cucine può risultare ingombra di oggetti e poco funzionale se non viene arredata nel modo giusto.

Arredamento cucina spaziosa

Importantissimo, in una cucina piccola, sono gli spazi adibiti alla sistemazione degli utensili, delle stoviglie e degli elettrodomestici: il primo a farne le spese è sempre il piano di lavoro, per cui le attività che dovrebbero svolgersi in cucina in piena serenità si rivelano essere stressanti ricerche di altre superfici utili e pulite.

In particolare, il noto marchio di arredamento cucina Scavolini, ha adottato negli ultimi anni numerose soluzioni nel proprio catalogo per facilitare l’ordine nelle cucine, attraverso cassetti e cassettoni che possono contenere in spazi precisamente calcolati stoviglie, elettrodomestici, o addirittura il piano cottura. In questo modo si evitano anche i mobili troppo alti e ingombranti, che ostacolano la diffusione della luce: essa deve essere, invece, curata al massimo, soprattutto se naturale, proprio per dare una sensazione di maggiore ariosità.

Infine, il consiglio più importante per una cucina semplice, ordinata ma anche carina, sta nella scelta dei colori.

Le decorazioni devono essere limitate al minimo, mentre la giusta tonalità aiuterà l’occhio a trovare maggiore respiro.

Arredamento cucina: elettrodomestici

ultime considerazioni sull’arredamento cucina riguardano gli elettrodomestici.

La scelta dei giusti elettrodomestici nell’arredo di una cucina è fondamentale. I piani cottura, grazie alle ultime tecnologie, si integrano perfettamente con il design della cucina: i fornelli a induzione sono molto pratici, facilissimi da pulire e garantiscono una cottura veloce e ottimale come i tradizionali fuochi. Il forno può essere posizionato a diverse altezze.

Attenzione alla scelta del frigo: a volte si tende a prediligere il design esterno, ma bisogna valutare attentamente le esigenze della famiglia. Se la famiglia è numerosa si dovrà optare per un frigo più grande mentre chi tende a voler congelare i cibi potrebbe inserire un freezer aggiuntivo.

Arredamento cucina: illuminazione

Nell’arredamento cucina la scelta delle luci è fondamentali non solo per avere uno spazio luminoso: è infatti necessario scegliere con cura le zone da illuminare. Immancabili nella cucina i punti luce posizionati sopra il tavolo di lavoro: questa parte della cucina deve essere ben illuminata per dar modo a chi cucina di vedere attentamente ogni dettaglio.

In questo caso date la precedenza nella scelta alla praticità: sbizzarritevi invece nella scelta dei lampadari che andranno ad illuminare il resto della cucina o il tavolo da pranzo. In questa zona della cucina i lampadari diventano un vero e proprio elemento d’arredo in grado di donare carattere alla cucina.

Arredamento cucina: stoviglie e tessuti

Per dare il tocco personale alla vostra cucina dovrete poi cercare di scegliere elementi d’arredo che la completino.

Via libera quindi a idee per il riciclo creativo con cui creare portaposate originali , cercate nei mercatini e nei negozi tazze e piatti colorati da mettere in bella mostra su scaffali a vista o semplicemente da mettere in bella mostra sul tavolo quando arrivano gli ospiti.

Arredamento cucina piccola

Comprate tutti gli attrezzi del vero cuoco: coltelli, macina pepe, oliera e lasciate tutto in bella vista sul piano di lavoro. Infine i tessuti: anche in cucina i tessuti faranno la differenza: se avete scelto una cucina dai toni chiari, proprio i tessuti potranno essere usati per dare un tocco di colore in più.

Aggiungete i cuscini alle sedie, scegliete degli strofinacci per la cucina colorati e decorate il tavolo con un runner o con delle piccole tovaglie colorate. Oppure seguite questi consigli per avere una cucina colorata in modo davvero facile e veloce!

Sistemare Casa
×