Materasso in Lattice: una Scelta Naturale

Il materasso in lattice sfrutta le proprietà della pianta brasiliana per ottenere un prodotto che garantisca maggior confort, igiene e riposo alla persona.

Il materasso in lattice è fabbricato con un prodotto che deriva da un liquido lattiginoso composto da particelle di gomma in acqua, ottenuto per incisione della corteccia della pianta Hevea Brasiliana.

Questa naturale materia prima è dotata di una particolare proprietà: solidificata è elastica e sottoposta a pressione rapidamente riprende la sua forma originaria. Ad essa vengono aggiunti solamente i prodotti necessari alla solidificazione e a conferirgli le proprietà fisico-meccaniche desiderate.

Da molti anni in tutta Europa il materasso in lattice è considerata la soluzione per un dormire sano e confortevole. Perché? questa piccola guida vi aiuterà a capire le proprietà del materasso in lattice per scegliere al meglio!

Perché il lattice è una sostanza di origine naturale: è elastica, non deformabile. Perché è igienica, anallergica, antibatterica e traspirante. Perché?

Il materasso in lattice si adatta alle linee del corpo dando un profondo benessere generale e una duratura sensazione di rilassamento. La naturale elasticità assicura la giusta posizione e il sostegno alla spina dorsale.  Assorbe l’umidità del corpo e lo protegge da quella esterna, prevenendo i reumatismi e alcuni disturbi tipici dell’artrosi.  Non disperde il calore e mantiene la temperatura. La struttura molecolare non ritiene l’elettricità statica, né assorbe la polvere. Gli alveoli assicurano una costante e benefica aerazione.

Materasso in lattice ergonomico

Diverse aziende produttrici di modelli di materasso in lattice hanno adottato proprio questo materiale innovativo e sano per realizzare alcuni dei loro prodotti più belli oltre vent’anni fa.

Quindi, gran parte delle aziende non lo producono ma acquistano le lastre nude da rinomate e ben note case di livello europeo e lo trasformano, secondo la loro vocazione tessile manifatturiera, applicandovi imbottiture, tessuti e tutte le componenti necessarie a dare un prodotto finito.

L’esperienza acquisita in tanti anni ha consentito di sviluppare una collezione di prodotti altamente qualificati e dalle caratteristiche eccellenti, garantiti non solo per le componenti ma anche per il lattice stesso e tutto il composto.

Materasso in lattice naturale e sintetico

Il lattice è una resina che si raccoglie tagliando la corteccia dell’albero della gomma (Hevea-Brasiliensis), solidifica velocemente ed ha una grande elasticità e resistenza, è un materiale duttile che a seconda della lavorazione viene utilizzato in diversi ambiti. Il materasso in lattice è tutt’oggi considerato un prodotto di qualità ma se si intende fare questa scelta è bene informarsi adeguatamente e orientarsi verso un produttore conosciuto ed affermato perché le caratteristiche del materasso variano considerevolmente in base all’utilizzo di lattice naturale o sintetico.

Un materasso si può definire in lattice naturale se ne contiene almeno l’85% , la parte restante è formata da componenti che sono indispensabili per dare solidità al prodotto. A livello visivo non esiste alcuna differenza fra naturale e sintetico si tratta solo di una diversità a livello molecolare. I due tipi di lattice hanno delle proprietà diverse, il naturale è molto elastico e il sintetico è robusto e meno deformabile col passare del tempo, in sostanza si compensano a vicenda.

Materasso in lattice: proprietà

Il lattice è un prodotto con spiccate proprietà antibatteriche e anallergiche, non crea e non trattiene la polvere perché è un materiale che data la sua composizione chimica contrasta la proliferazione degli acari, come dimostrato da vari test scientifici nel corso degli anni. Il materasso in lattice è in grado di offrire comfort ed ergonomia specialmente nel caso di persone con corporature leggere che avvertono come eccessiva la sensazione di “rimbalzo” della molla. E’ necessario tenere presente che siccome il lattice è un prodotto a base naturale è soggetto a variazioni e di conseguenza la percezione di comodità può variare molto da un materasso ad un altro.

Materasso in lattice: consigli per manutenzione 

Un materasso in lattice per mantenersi bene e a lungo ha bisogno di qualche attenzione in più rispetto ai modelli a molle o in memory. All’interno della garanzia ci sono le indicazioni del costruttore che vanno seguite tra cui la frequenza ideale con cui bisognerebbe girarlo e capovolgerlo. Generalmente si consiglia nel corso del primo anno di girarlo ogni 15/20 giorni nel senso testa-piedi e capovolgerlo nel lato inverno-estate mentre a partire dal secondo anno è sufficiente farlo ogni 3 mesi.

Materasso in lattice caratteristiche

Il lattice è un materiale che deve essere areato spesso, ogni mattina è buona norma lasciare scoperto il letto ed aprire le finestre della stanza per evitare un accumulo di umidità che potrebbe portare  all’insorgere di muffe.

Nel caso in cui non si seguano le indicazioni il materasso potrebbe avere una durata più breve del previsto che in linea di massima è fissata, per motivi di igiene intorno ai 7/10 anni.

Materasso in lattice naturale: caratteristiche e vantaggi

Ecco le principali caratteristiche e vantaggi di questi materassi:

Elasticità e pressione. Questo tipo di materasso si avvicina molto alla curva di isteresi ideale per il nostro corpo, ovvero il grado di elasticità necessario a non stressare il corpo durante il sonno. In più, la morbidezza diminuisce la pressione sulla nostra colonna vertebrale.

Ergonomicità. È molto morbido e si adatta alla perfezione alle curve del nostro corpo, risultando estremamente ergonomico. Il corpo e la colonna vertebrale assumono la giusta postura, donandoci relax e un supporto adeguato.

Traspirazione. Grazie ad una serie di piccole celle, micro aperture all’interno del materiale, la circolazione dell’aria e’ ottimale. Con il nostro movimento, il ricambio dell’aria avviene in modo naturale e spontaneo, creando una sorta di ricircolo. La traspirazione e’ in grado di assicurare la corretta igiene, sia perché impedisce la formazione di muffe, sia perché garantisce la durata del materasso e un sonno confortevole.

Igiene. È una diretta conseguenza della traspirazione: essa, infatti, impedisce la formazione di muffe e l’annidarsi degli acari, nemici numeri uno.

Durata nel tempo. Igiene ed elasticità permettono di utilizzare e non cambiare il materasso per più tempo.

Temperatura ideale. Ne’ caldo d’inverno ne’ freddo d’estate. Il grado di dispersione del calore e’ ottimale: non viene smaltito troppo in fretta, ma nemmeno accumulato eccessivamente.

Per tutti questi motivi, i materassi in lattice rappresentano la soluzione ideale per un riposo veramente ristoratore.

Lattice e biomeccanica

La biomeccanica in un materasso garantisce la corretta posizione della colonna vertebrale di una persona, sia essa in posizione supina che sul fianco, oltre che lo scarico della pressione nelle zone di contatto corpo-materasso.

Il lattice bialveolato, risponde perfettamente a tale principio in quanto è dotato di sette zone di portanza differenziata che lo rende morbido al contatto, ma progressivamente più resistente quando viene sollecitato dal peso corporeo.

Possiamo definire le seguenti zone e i benefici che ne derivano: Zona Testa, si tratta di una zona a portanza intermedia per il giusto sostegno del capo. Zona Spalle, è una zona a minore portanza perché dotata di forature passanti, per aumentare sensibilmente l’assorbimento della zona omerale del corpo. Quindi, la Zona Lombare, è una zona portante ed elastica in grado di sostenere i lombi. Zona Bacino, è, invece, dotata di maggiore portanza per un assorbimento controllato della parte più pesante del corpo. Zona Coscia, zona elastica e portante capace di svolgere un’azione di sostegno. Zona Polpacci, zona relativamente morbida, creata per accogliere i polpacci senza comprimerli. Infine, la Zona Piedi, si tratta di una zona a portanza intermedia per il giusto sostegno dei piedi.

Materasso in lattice: garanzia e certificati

Quando acquistate un materasso in lattice osservate bene che sia presenta un Certificato di garanzia valido e il manuale d’uso da consultare per conservare il vostro materasso in lattice al meglio.

Possiamo dire che, di solito, qualsiasi materasso in lattice andiate a scegliere, è stato concepito per durare numerosi anni.

Questa piccola guida vi darà degli utili consigli di uso e manutenzione per aumentare ancora di più la vostra soddisfazione rispetto al materasso in lattice che avete acquistato.

In primis, occorre sapere che il modello di materasso in lattice da voi acquistato è stato sottoposto a severi controlli che garantiscono la qualità dei componenti e delle lavorazioni.

Inoltre, la scelta dei materiali ed il ciclo produttivo del materasso in lattice avvengono nel pieno rispetto ambientale.

Materasso in lattice: consigli per dormire bene

Per migliorare la qualità del vostro riposo con il vostro materasso in lattice, vi raccomandiamo di seguire questi piccoli accorgimenti per aumentare il vostro comfort!

Ricordatevi di evitare la presenza di animali domestici nella camera da letto e a maggior ragione nel vostro letto; sarebbe consigliato anche evitare di fumare nell’ambiente in cui è situato il materasso in lattice. Si può utilizzare biancheria per il letto (lenzuola, coperte e altro) in buono stato e realizzata con fibre traspiranti; ed è consigliato utilizzare solo coprirete e copri-materasso traspiranti o che comunque garantiscono l’aerazione del materasso.

Vi ricordiamo, infine, di girare il materasso testa-piedi senza capovolgerlo, una volta ogni 15 giorni, per una migliore stabilità del materasso (nelle categorie dove espressamente richiesto) e di rovesciare il vostro materasso sotto sopra, una volta ogni 15 giorni, per evitare il ristagno dell’umidità (nelle categorie dove espressamente richiesto).

Questi accorgimenti vi aiuteranno a mantenere il vostro materasso in lattice sempre in buono stato e igienico, nonché confortevole per il vostro riposo!

Sistemare Casa
×