Miscelatori bagno: modelli e caratteristiche

I miscelatori bagno sono un elemento imprescindibile quando si sceglie la rubinetteria bagno rispetto alle proprie esigenze quotidiane.

Ecco le nostre proposte riguardo i diversi modelli di miscelatori bagno presenti in commercio e vari marchi specializzati nella produzione di rubinetteria design.

Miscelatori bagno Teorema

Una grande novità, soprattutto intelligente, basata anche e soprattutto sul risparmio oltre che sull’estetica, si tratta dei rubinetti/miscelatori bagno a scomparsa Teorema.

In questi modelli di miscelatori bagno troviamo un miscelatore inclinabile a 90° in entrambe le direzioni, ovvero, destra e sinistra e avanti e indietro. Inoltre, il miscelatore bagno è dotato di una bocca di erogazione a 360° e in posizione orizzontale il getto dell’acqua si blocca in automatico. Si tratta di un prodotto design di alta tecnologia e di altissima qualità, studiato e ideato per i clienti più esigenti, soprattutto per tutti coloro che sono attenti al risparmio, sia per quanto riguarda la bolletta, e per quanto riguarda il risparmio inteso come valore all’ambiente.

Miscelatori bagno Sintesi

Tra le altre caratteristiche dei miscelatori bagno a scomparsa Teorema, emerge l’ottimo rapporto qualità/prezzo, nonché la sicurezza di un miscelatore decisamente pratico, facile da usare, ergonomico, che permette di arrivare in qualsiasi punto del lavello senza nessuna fatica, quindi ottimo anche da pulire, decisamente molto igienico, oltretutto adattabile perfettamente a qualsiasi tipologia di cucina. Esiste anche la versione estraibile dei miscelatori bagno Teorema, con comando remoto in grado di personalizzare con stile e design tutti gli ambienti della casa, non solo la cucina e lo spazio relativo al lavello. Lo speciale acciaio inox inoltre lo rende perfettamente robusto e soprattutto resistente ai graffi.

Inoltre, la scelta dei miscelatori bagno può essere  in tinta con il lavello qualora venga realizzato in un materiale sintetico. Ai miscelatori bagno con sistema di integrazione integrata si affiancano i kit sotto-lavello esclusivi Teorema.

Nel caso dei rubinetti miscelatori bagno più semplici, il filtro si collega al tubo dell’acqua fredda preesistente, permettendo cosi’ di ridurre sensibilmente la presenza di cloro disinfettante dell’acqua, le piccole particelle solide, come ruggine e sabbia, e le impurità’organiche.

Esistono rubinetti con luce integrata coordinati a dispenser per detersivo liquido e a mono-comandi speciali, ad esempio, quelli degli chef, specifici per riempire le grandi pentole, sempre più usati e richiesti anche nelle nostre cucine.

I miscelatori bagno digitali, grazie anche alla domotica, presentano una nuova filosofia del bagno, aperta al controllo wireless e digitale e alle possibili funzioni. Si tratta di nuovi approcci al design minimalista, legato ai diversi aspetti delle emozioni umani, è la rivoluzione digitale alla portata di tutti e, proprio grazie ad un semplice tocco, permette di personalizzare le funzioni del bagno.

Miscelatori bagno Newform

Si tratta di un design semplice, ma allo stesso tempo particolarmente ricercato pensato per le prestazioni ad altissimo livello. I miscelatori bagno digitali, grazie alla loro tecnologia, presentano anche un grande comfort d’impiego alla portata di tutti. Il sistema permette di personalizzare elettronicamente il flusso dell’acqua e la temperatura, oltre che al getto dell’acqua e delle varie funzioni, il tutto per creare anche un pieno rispetto della compatibilità ambientale.

Miscelatori bagno intelligenti

Se state cercando un modello di miscelatori bagno intelligenti, il consiglio è quello di scegliere quelli che hanno un’unica leva e che permettono di risparmiare acqua rispetto ai modelli due manopole, dove spesso si spreca acqua nella ricerca delle temperatura ideale, i modelli di miscelatori bagno ecologici poi, sono stati studiati proprio per il risparmio idrico con speciali cartucce ceramiche.

Esistono, inoltre, cartucce anti-spreco con limitatore di portata che mantengono costante il volume dell’ acqua utilizzato. Presente in alcuni miscelatori bagno anche l’aeratore che mantiene la portata dell’acqua ad un livello ridotto. Lo scopo di questi miscelatori bagno intelligenti è appunto un occhio vigile sullo spreco a tutela dell’ambiente.

Dalla collezione Minimal Beauty di MGS è ora disponibile il nuovo miscelatore mono-comando MB6 per montaggio a muro.

Fedele alla filosofia produttiva in acciaio inox massiccio di MGS, questo miscelatore è disponibile in finitura lucida o satinata e dispone di un sistema di montaggio estremamente rapido con un corpo incasso in acciaio inox incluso nel prezzo.

Miscelatori bagno geometrici

Con questo prodotto, l’azienda conferma il proprio carattere stilistico e tecnologico nel realizzare prodotti di raffinata unicità destinati a progettisti e utilizzatori esigenti, che vogliono distinguersi.

Un miscelatore come prima cosa deve essere progettato per coordinarsi perfettamente con il resto della cucina. Alcuni miscelatori hanno un dispositivo integrato per il risparmio idrico che immette più aria nel flusso dell’acqua, in questo modo il getto è altrettanto potente, i piatti si puliscono bene, ma il consumo dell’acqua è ridotto di circa il 30% ma non solo.

I miscelatori bagno termostatici oltre al risparmio energetico sono in grado di regolare in maniera autonoma la temperatura dell’acqua, questo significa rubinetti sicuri che evitano di recarvi brutte e dolorose scottature. Installati sia in bagno che in cucina, oltre ad essere molto pratici, belli, design, in ogni stile, vi permettono di lavorare in tutta serenità e di godere di un bagno decisamente rilassante. Nelle immagini sono riportati due modelli di miscelatori marchio La Torre e Crohe.

Miscelatori bagno Giulini

La ditta Giulini Giovanni è attiva dall’anno 1966 ed è specializzata nella produzione di rubinetti e miscelatori bagno e per la cucina e di complementi d’arredo bagno. La qualità, innovazione e design dei suoi prodotti la fanno distinguere anche a livello internazionale; tutto merito della sua voglia di confrontarsi con le problematiche della clientela e dal cercare di soddisfare le loro richieste, modo in cui riesce ad evolvere in modo naturale.

Nel 1998 poi, arriva la certificazione ISO 9001 a garantire la qualità e tecnologia dei prodotti, a questa certificazione sommiamo un marchio particolare ideato dall’azienda stessa che serve a contraddistinguere alcuni prodotti che, per tecnologia, si contraddistinguono dal resto.

Miscelatori bagno acciaio

Delle varie collezioni di Giulini Giovanni oggi vedremo la collezione Giò Crystal, una collezione dalle linee pulite con maniglie di lusso decorate con cristalli Swarovski, disponibili con gemme di color cristallo, giallo oro, grigio argento, rosso e blu. Le maniglie hanno un design a 5 punte snodate. I modelli sono in mono-foro, da tre fori, da muro, da vasca, doccia, da appoggio, ecc., vi sono pure alcuni ideati per la cucina, tutti quanti con doppio comando dell’acqua (calda e fredda). Le finiture sono in diversi materiali, nickel spazzolato, cromato, nero opaco, bianco, bronzo, argento, oro e ottone naturale.

La collezione Crystal, a sua volta, si suddivide in altre serie: la Collezione Persia Crystal (maniglie per il bagno di grandi dimensioni, impreziosite dai cristalli), la Collezione Praga Crystal (maniglie per la vasca in ottone spazzolato che le rendono molto romantiche, anche se sono disponibili anche in cromato e con decori di cristallo trasparente o nero), la Collezione Harmony Crystal (miscelatori a comando con maniglie in cristallo Swarovski trasparente o nero, disponibili in ottone cromato, bronzo e oro; c’è un modello anche per la cucina), la Collezione G5 Crystal (maniglie a 4 pale decorate con cristalli Swarovski color cristallo, rosso, blu, giallo oro e grigio argento; ci sono anche due modelli per la cucina. Le finiture sono in nickel spazzolato, nero opaco, bronzo, cromato, ottone naturale, oro e argento).

A quanto detto fin ora aggiungiamo la linea di accessori da bagno in bronzo e cristalli Swarovski, per completare l’opera.

Ti basterà un morbido gesto per raggiungere in un istante la temperatura ed il flusso d’acqua desiderati.

Grazie ad un ampio angolo di rotazione, sinonimo di passaggio uniforme, graduale e preciso da caldo a freddo, la tecnologia GROHE SilkMove®assicura ai tuoi rubinetti una grande maneggevolezza, il massimo comfort e un’affidabilità totale nel tempo.

Le nostre cartucce – cuore e motore dei miscelatori – sono prodotte internamente con un’innovativa lega porosa ed uno speciale lubrificante con Teflon per un movimento davvero morbido e preciso nel tempo.

Miscelatori bagno: riparare con il fai-da-te

E’ certamente possibile riparare un rubinetto magari che perde, senza chiamare un idraulico, però è bene essere pratici del “mestiere”, o meglio, preparati. La prima cosa da fare è capire di quale rubinetto si tratta, o meglio la tipologia di rubinetto.

Esiste infatti una distinzione tra rubinetto e miscelatore, risultano infatti più complicati alle riparazioni fai da te, i miscelatori bagno, quelli che hanno la leva che cambia la quantità di flusso dell’acqua. Se invece si tratta di un rubinetto a manopola, tutto diventa più semplice, basta però ricordarsi, prima di iniziare qualsiasi tipo di manutenzione, di chiudere il rubinetto generale dell’acqua.

Bisogna acquistare una guarnizione nuova, che costa poco, a volte nemmeno un euro,  e munirsi di un pappagallo, oppure, con pazienza, di una chiave inglese e aprire il rubinetto, non sembra cosa difficile, a volte basta poco, ma se la situazione si complica o appare diversa da qualsiasi vostra precisione, il consiglio è quello di chiamare l’idraulico, oppure di sostituire il rubinetto.

Solitamente un rubinetto perde perché si è guastata la guarnizione oppure per colpa del calcare, quindi occorre smontare il rubinetto, pulirlo e rimontarlo.

I rubinetti che sovente danno più problemi sono quelli dei bidet, “vecchia generazione” che iniziano con il gocciolare da dietro al bidet ogni volta che il rubinetto viene aperto. Questo accade quando le due guarnizioni di gomma che si trovano una sopra ed una sotto, che hanno il compito di pressare il corpo del rubinetto e la porcellana del bidet, si seccano e con il tempo non fanno piu’ tenuta.

Un rubinetto che presenta questo difetto non è difficile da aggiustare, come abbiamo detto basta sostituire le vecchie guarnizioni con quelle nuove. La prima cosa da fare è smontare la manopola del rubinetto e la ghiera cromata che si trova alla base e dopo avere svitato dal rubinetto il tubo di immissione dell’acqua, si deve svitare con la chiave adeguata il dado di blocco del rubinetto, a questo punto basta sfilare la rondella e la guarnizione inferiore.

Dobbiamo anche ricordare, per rigore, che questo sito non risponde dei danni eventuali che dovessero causarsi a cose o addirittura a persone a seguito delle indicazioni qui riportate in merito a come riparare un rubinetto, i consigli che sono stati dati, sono normali consigli che riguardano il fai-da-te, quando la riparazione appare semplice e fattibile.

Sistemare Casa
×