Montascale: guida e caratteristiche

Un montascale è un dispositivo indispensabile per affermare il diritto alla libertà di movimento.

Un montascale non è uno strumento qualsiasi o di poco conto. Troppo spesso chi non è costretto ad usarlo non ne comprende appieno il suo valore e l’eccezionalità della sua funzione.

Esso serve ad abbattere le barriere architettoniche, che rappresentano degli enormi ostacoli agli spostamenti di una persona. Naturalmente, non ci riferiamo soltanto alle persone disabili, ma anche alle persone anziani, le quali a causa dell’età, di patologie o incidenti possono ritrovarsi a fare i conti con un deficit motorio, sia momentaneo che permanente.

E’ allora che si scopre quanto l’aiuto di un montascale sia prezioso, anzi indispensabile. Come accennato, le barriere architettoniche sono un grande, grandissimo impedimento, un limite alla libertà di movimento, a cui tutti noi abbiamo diritto.

Montascale chiuso

Le barriere architettoniche, poste dall’uomo stesso, hanno un’incidenza in tutto e per tutto negativa sulla qualità della vita di una persona con problemi di deambulazione. In pratica, chi ha un deficit motorio non soltanto deve affrontare un problema di natura fisica ma deve anche affrontare tutto ciò che esso comporta.

Vi sembra accettabile che chi gode già di minor fortuna deve anche sopportare o comunque fare i conti quotidianamente con delle barriere che vanno a limitare ulteriormente la sua libertà di movimento?

Chiaramente la legislazione nazionale ed europea negli ultimi anni è stata gradualmente migliorata. Anche in Italia esistono delle leggi a favore della libertà di movimento dei disabili, le quali prevedono l’abbattimento delle barriere architettoniche. Un aiuto enorme in tal senso viene proprio dai montascale, il cui acquisto viene non a caso agevolato dallo Stato. E’, infatti, ormai stato riconosciuto a tutti gli effetti il valore di uno strumento come il montascale.

Questo dispositivo viene installato nei luoghi pubblici ed anche in quelli privati. Nei luoghi pubblici sono gli stessi enti a provvedere all’installazione, mentre sempre di più i montascale fanno il loro ingresso nelle case e nei condomini. Ormai si è compreso come avere un montascale in casa non sia solo necessario per i disabili. Anche le persone anziane non possono più rinunciarci.

I montascale sono pensati per migliorare la qualità di vita delle persone, garantendo  loro di conservare indipendenza ed autonomia. Per questo motivo i montascale vengono richiesti all’interno degli appartamenti, così che le scale non siano più un problema e la casa possa essere completamente vivibile. Ma lo stesso vale per i condomini, che devono essere accessibili.

Ed inoltre, ai montascale da installare si aggiunge l’alternativa dei montascale mobili, pensati per fare in modo che nessun luogo possa avere degli ostacoli per la persona con deficit motorio. Insomma, qualsiasi tipo di montascale ha sempre lo stesso fine, garantire la libertà di movimento a chi lo utilizza.

Montascale: sovvenzioni

L’acquisto di un montascale rappresenta per qualsiasi famiglia una spesa impegnativa da affrontare. Ben conscio del disagio che gli italiani, specie in questo momento di crisi, possono vivere nel  misurasi con tale spesa, lo stato ha deciso di intervenire attraverso delle sovvenzioni.

Le agevolazioni messe a disposizione dei cittadini per l’acquisto di un montascale sono di due tipi: i contributi statali e la detrazione Irpef.

In questa guida vi illustreremo come funzionano entrambi.

Partiamo dai contributi statali. Tali contributi sono stati resi possibili dalla legge 13/1989, pensata per il superamento delle barriere architettoniche negli edifici privati. Ad erogarli sono le Regioni e per ottenerli non è necessario essere invalidi. Per avere diritto a questi contributi è infatti sufficiente avere una patologia che causa delle difficoltà di deambulazione.

Montascale per condomino Naturalmente, tale deficit motorio deve essere obbligatoriamente certificato dall’ASL. Veniamo ora al modo in cui la domanda va presentata. Essa deve essere compilata in tutte le sue parti.

Bisogna poi allegare una marca da bollo da 14.62, il certificato medico, il progetto di installazione del montascale compreso di preventivo. Inoltre, è necessaria un’autocertificazione che deve riportare il luogo in cui è posizionato l’immobile, le difficoltà di accesso, l’attestazione delle opere che si intende effettuare, con la specificazione che tali opere non siano già state eseguite e quindi non si sia già ottenuto il contributo.

Una volta in possesso di quest’intera documentazione, essa andrà presentata al Comune.

A presentarla dovrà essere o la persona con problemi motori o la persona che ne esercita la tutela. Specifichiamo che chi ha invece un’invalidità permanente deve presentare una copia autenticata del certificato attestante l’invalidità. Tali persone hanno una precedenza nelle graduatorie per il contributo.

Ed infine veniamo proprio al contributo. Esso copre la spesa sostenuta fino ad un valore di 2.582,28 euro. Fino ad un tetto di 12.911,42 si ha diritto ad un contributo ulteriore del 25%. In ultimo, c’è un contributo aggiuntivo del 5% se la spesa supera l’ultima cifra riportata.

C’è poi la possibilità di chiedere la detrazione Irpef del 50%. Dei recenti provvedimenti in materia di normative volte all’eliminazione delle barriere architettoniche ha introdotto una grande novità: l’aumento della detrazione Irpef dal 36% al 50% della spesa affrontata.

Ciò vuol dire che la persona che si troverà nella condizione di acquistare un montascale potrà recuperare la metà della somma spesa. Inoltre, le nuove disposizioni in materia prevedono anche un incremento del tetto di spesa, il quale passa da 48mila a 96mila euro. La detrazione Irpef del 50% la possono richiedere ed ottenere tutte le persone con un deficit motorio, sia proprietari di un appartamento che affittuari.

L’unica condizione relativa all’immobile è la sua presenza sul territorio italiano. Inoltre, l’aspetto interessante è che possono usufruire di questa detrazione non soltanto i privati.

L’agevolazione è infatti prevista anche per i condomini che hanno stabilito l’acquisto di un montascale in sede assembleare.

Sarà poi compito dell’amministratore occuparsi della suddivisione della detrazione. Ricordate che si può usufruire di tale agevolazione fino al 30 giugno 2013 e farà fede la data del bonifico di pagamento.

Montascale: sicurezza

Un montascale moderno è il risultato di una perfetta combinazione di più fattori. Estetica, comodità, qualità, efficienza.

Oggi sono tanti i requisiti che si cercano in un montascale. Esso deve essere confortevole, facile da usare, ma al contempo deve essere anche gradevole dal punto di vista estetico. Ma c’è un requisito che ha un’importanza maggiore di tutti gli altri, e che non può essere in alcun modo trascurato.

Questo requisito è la sicurezza. Dunque, nel momento in cui si decide di acquistare un montascale, il primo parametro da controllare è la sicurezza. Ovviamente noi non siamo dei tecnici, e dunque alcune caratteristiche di carattere tecnico non ci viene facile verificarle.

Possiamo essere bravi a preferire da un punto di vista estetico u modello di un montascale ad un altro, ma come la mettiamo per quanto riguarda la sicurezza?

Montascale sicurezza E’ chiaro che non possiamo rinunciarci, ma dobbiamo solo ed unicamente fidarci del rivenditore? Ovviamente, la fiducia nel proprio rivenditore ci deve essere. Non dobbiamo, infatti, certamente effettuare a caso il nostro acquisto, ma dobbiamo valutare con estrema attenzione la ditta alla quale ci rivolgiamo.

Una buona mossa è sicuramente quella di preferire una ditta ad un’altra solo dopo aver preso delle informazioni al riguardo sulla sua storia e sulla validità dei prodotti offerti. Mai lasciarsi abbindolare dalle pubblicità, ma piuttosto verificare con mano i prodotti scelti. Per esser certi di aver effettuato l’acquisto giusto è anche bene consultare più ditte servendosi dello strumento della consulenza gratuita.

Ma una volta scelto il proprio rivenditore, nonostante ci sia massima fiducia verso costui, non bisogna comunque trascurare l’aspetto sicurezza. Insomma, fidarsi è bene e non fidarsi è meglio. Ma da soli come si può avere la garanzia di essere all’altezza di verificare la sicurezza del prodotto acquistato?

In realtà valutare questo aspetto non è poi così complicato. Innanzitutto, dovete controllare che sul prodotto sia applicata la marcatura CE, la quale indica che il montascale è stato prodotto nel pieno rispetto delle normative europee vigenti. Inoltre, il prodotto deve riportare una norma ISO, che è il chiaro segnale che è stato realizzato secondo determinate condizioni di qualità.

Se il montascale scelto è certificato con una norma ISO potete in linea di massima stare piuttosto tranquilli, visto che per ottenerla è necessario divulgare tutti i processi aziendali.

Ed ancora, accertatevi che sia dotato di accorgimenti necessari alla messa in sicurezza del passeggero durante il trasporto. Un montascale affidabile deve essere prima di tutto dotato di sensori anti-urto. Non devono poi mancare sensori anti-cesoiamento, il dispositivo di arresto, il dispositivo di sicurezza in caso di emergenza e la cintura di sicurezza.

Di norma tutti i montascale moderni disponibili in commercio hanno in dotazione questi elementi, indispensabili per garantire al disabile di usare il montascale senza alcun rischio. Lungo la scala non si incontrerà alcun tipo di ostacolo ed il percorso sarà lineare e confortevole.

Ma come accennato è sempre bene verificare che un montascale sia perfettamente funzionante e a norma, soprattutto se state acquistando un montascale usato!

Montascale: consigli per l’acquisto

E’ chiaro che comprare un montascale, soprattutto quando è la prima volta che si effettua un acquisto di questo tipo, è un’operazione che scatena sempre una serie di dubbi ed interrogativi. Giustamente.

Perché in effetti l’acquisto di un montascale rimane pur sempre un acquisto importante, da non sottovalutare in nessun modo.

Montascale design E’ importante in termini pratici e concreti, poiché l’installazione di un montascale migliora sensibilmente la qualità della vita di una persona con deficit motorio, sia essa un disabile o una persona anziana.

Ma si tratta di una spesa importante anche da un punto di vista strettamente economico, in quanto, nonostante lo stato metta a disposizione degli acquirenti contributi ed agevolazioni fiscali, il costo di un montascale non è mai basso. Per tutti questi fattori, tutti i dubbi sono leciti e devono essere sciolti.

Noi facciamo un po’ di chiarezza occupandoci di dare risposta proprio ai dubbi più ricorrenti. Il primo dubbio preoccupa in realtà più le persone che convivono con il disabile che deve usufruire del montascale. Esse si chiedono se l’installazione del montascale possa in qualche modo compromettere la loro quotidianità.

Temono infatti che l’ingombro del montascale renda difficile salire e scendere le scale a piedi. Ma non è così, i montascale moderni sono concepiti per non creare problemi di spazio. Di solito la poltroncina, una volta ripiegata, non occupa più di 30 cm, mentre l’ingombro della rotaia, in media, non supera i 15-20 cm.

Ciò significa che la scala può continuare ad essere tranquillamente utilizzata da tutti i membri della casa in cui il montascale fa il suo ingresso. E sciogliamo così anche un altro dubbio connesso alla scala ed ai cambiamenti che l’installazione di un montascale può apportare.

C’è chi teme che l’installazione richieda opere murarie, e questo preoccupa soprattutto le persone che hanno bisogno di questo dispositivo d’ausilio ma vivono in una casa in affitto. Ma non c’è nulla da temere, visto che Il montascale si monta con facilità senza bisogno di rompere o modificare la configurazione della scala. Non è necessario neanche un impianto elettrico particolare, dato che i normali impianti da abitazione sono perfettamente adeguati. In molti temono poi che l’installazione sia un qualcosa di lungo. Bene, anche questa è una considerazione del tutto sbagliata. I tecnici dell’azienda a cui ci si rivolge possono ultimare il montaggio del montascale in circa mezza giornata.

Dunque in poche ore il montascale è installato ed è perfettamente pronto per poter essere utilizzato.

C’è anche chi si domanda se servono permessi o autorizzazioni all’installazione?

No, niente di tutto ciò serve, in quanto l’installazione del montascale non è un’opera edilizia, giacché non modifica né la volumetria né la struttura della scala. E se il montascale deve essere installato in un condominio?

In tal caso, indipendentemente dal fatto che l’assemblea condominiale approvi o meno la spesa, si può procedere con l’installazione. Va da sé che, nel caso il condominio non intenda accollarsi l’acquisto del montascale, questo sarà totalmente a carico dei residenti interessati.

Montascale: dove acquistare

Il panorama del mercato dei montascale è davvero molto vario. Con gli anni si è compresa sempre di più l’importanza dell’avere un montascale in casa per una persona disabile o con deficit motorio.

Questo ha fatto da un lato aumentare la richiesta dei montascale, e dall’altro, di conseguenza, aumentare anche l’offerta.

Pertanto, chi si trova a dover comprare un montascale ha davanti a sé una scelta davvero ampia, tanto da poter andare in confusione non sapendo bene cosa dover valutare per poter fare un acquisto soddisfacente. Proprio per indirizzarvi ad un buon acquisto vi indichiamo tutti gli aspetti da dover valutare con attenzione per non commettere errori.

La prima selezione che bisogna fare è scegliere tra un’azienda produttrice che rivende anche i suoi prodotti ed un semplice rivenditore. E’ chiaro che rivolgersi ad un primo tipo di azienda garantisce una serie maggiore di vantaggi.

Quali sono? Ora li vediamo insieme. I benefici offerti da un’azienda produttrice sono molteplici: nessun costo di intermediazione, tempi di consegna più veloci, competenza maggiore, garanzia sempre più vantaggiosa e reperibilità dei ricambi più veloce e costante nel tempo. I rivenditori di solito hanno un catalogo più ampio poiché presentano i montascale di più produttori.

Montascale comodo E questa è un’arma a doppio taglio, visto che se significa avere una scelta più ampia, significa anche avere qualche ricaduta negativa sulla competenza, sul prezzo e sulla rapidità e qualità dell’assistenza. Ciò a cui dovete fare maggiore attenzione è l’aspetto assistenza.

Di solito succede che quando si compra un montascale nuovo non si pensa mai ad un eventuale guasto o malfunzionamento. Eppure, nonostante i moderni montascale siano dotati delle migliori tecnologie, può anche capitare un guasto, o di aver bisogno di un pezzo di ricambio.

Per questo bisogna essere un po’ lungimiranti, e pensare già al momento dell’acquisto all’assistenza, valutando se l’azienda prescelta è in grado di fornirvela. Tenete presente che un’azienda produttrice anche sotto questo profilo è più affidabile di un rivenditore. Nell’ultimo caso, poiché il pezzo di ricambio deve essere ordinato, i tempi di attesa si allungano notevolmente.

L’altro consiglio è di scegliere sempre un’azienda con alle spalle una lunga e qualificata esperienza. Insomma, non lasciatevi distrarre da ingannevoli e luccicanti pubblicità. Piuttosto verificate la storia dell’azienda, per poter così capire se si tratta o meno di un’azienda seria su cui poter contare.

Ancor meglio sarebbe avere degli amici o conoscenti che vi suggeriscano una determinata azienda perché hanno già provato i loro prodotti, ed il loro parere al riguardo è più che positivo.

Naturalmente non sempre si può avere la fortuna di poter contare sul parere di chi ha già usato il montascale che intendiamo acquistare. Ma questo non è un problema. In ogni caso, ricordate sempre che non basta affidarsi al proprio buon senso né tanto meno alle pubblicità.

Quando c’è in ballo un acquisto così importante, destinato a migliorare la qualità della propria vita, ed anche importante dal punto di vista economico, non c’è altro da fare che verificare la professionalità dell’azienda scelta.

Montascale Jolly

Oggi il mercato dei montascale propone numerosissime soluzioni tra le quali bisogna saper compiere la propria scelta. Per facilitarvi, abbiamo deciso di illustrarvi le caratteristiche di uno dei montascale disponibili sul mercato.

Si tratta di Jolly, il montascale mobile a cingoli, ideato per il superamento delle barriere architettoniche che è destinato al trasporto di carrozzine.

Jolly è un montascale con trasmissione a potenza reversibile, assolutamente facile da utilizzare.

L’accompagnatore, infatti,può utilizzare il montascale attivando semplicemente i comandi in dotazione. L’altra grande comodità, oltre a quella di un impiego davvero facile, è rappresentata dal fatto che Jolly è un montascale estremamente pratico, in quanto facile anche da trasportare.

Esso è smontabile in due parti, così da poter essere facilmente caricato e trasportato in auto. A fronte delle molteplici richieste che nel tempo si sono susseguite, sono stati realizzati diversi modelli e accessori, per poter fare fronte alle diverse esigenze.

Esaminiamo dunque queste versioni. Jolly Standard è il montascale mobile a cingoli di dimensioni ridotte e compatte, con agganci regolabili. Esso rappresenta l’ausilio ideale per caricare e trasportare una vastissima gamma di carrozzine. Pratico, maneggevole e leggero, può essere caricato agevolmente in auto. Jolly Junior si differenzia in quanto è dotato di una particolare struttura del timone e degli agganci.

Questo modelle consente di risolvere le problematiche connesse al trasporto su scala dei passeggini. Un ulteriore modello è il montascale Jolly Ramp, il quale permette il trasporto di carrozzine con maggiore altezza da terra, maggior ingombro e con schienali fortemente pronunciati. La parte orizzontale della pedana di carico è fissa al timone. Con questo tipo di montascale è possibile trasportare carrozzine ingombranti fino a raggiungere un peso complessivo  di 150 Kg.

C’è poi la versione Jolly Miniramp, che è invece l’ideale per il trasporto di carrozzine che presentano un’altezza minima da terra e/o una distanza particolarmente ridotta tra le ruote. La pedana di carico rimovibile consente il trasporto in auto. Jolly Plus 2006 è invece particolarmente adatto per carrozzine con un ingombro posteriore molto basso e pronunciato.

Il sistema di rimozione e sgancio delle pedane di carico, offre la possibilità di trasportare il montascale in auto in modo semplice e veloce. Infine è da segnalare Jolly Junior Plus 2006, il quale è dotato del medesimo sistema di rimozione e sgancio del modello Plus 2006. Ma la versione Junior si diversifica perché è particolarmente adatta per carrozzine e passeggini con schienali fortemente inclinati o pronunciati.

Sono dunque numerosi i modelli di Jolly, tante soluzioni differenti per poter permettere a tanti di poter superare con tranquillità e sicurezza l’ingombro delle scale.

E’ ben nota l’importanza di un montascale, un ausilio necessario per vivere la propria quotidianità. Non tutti hanno le stesse esigenze, ed è proprio per soddisfare i bisogni tutti che sono nati i diversi modelli da Jolly, tante soluzioni con un unico obiettivo: migliorare la qualità della vita del passeggero.

Ad accomunare le tante soluzioni diverse anche la sicurezza e la qualità di prodotti su cui poter contare, nel presente ma anche nel futuro.

Montascale Stannah

Da quel lontano 1867 ad oggi ne sono cambiate di cose,dalla tecnologia al design dei prodotti fino alla loro sicurezza. Ma si può dire che una cosa è rimasta invariata: la dedizione e la serietà con cui ci si dedica al proprio lavoro.

Montascale stannah La missione di Stannah, nonostante gli anni siano passati, rimane sempre quella di migliorare la vita quotidiana di chi ha difficoltà nel camminare, garantendogli dei prodotti efficienti e massimamente sicuri.

Ad oggi sono più si 500.000 le persone nel mondo che si sono rivolte all’azienda per tornare a fare le scale serenamente ogni giorno. Questa cifra notevole ci fa ben capire quanto l’azienda si sia saputa guadagnare nel corso del tempo la fiducia dei suoi clienti, fiducia che, a quanto pare, risulta ampiamente ripagata. La parola chiave che caratterizza l’azienda è innovazione.

Da sempre il team Stannah si impegna nello sviluppo di tecnologie avanzate e di soluzioni evolute.

L’obiettivo è semplicissimo, ovvero facilitare la vita a chi usa il montascale. Proprio per questo motivo i montascale dell’azienda sono di un utilizzo facile ed immediato, che non necessita di  ore di apprendimento o la lettura di complessi manuali. Insomma, si può dire che mentre è  complesso progettarli, è facilissimo usarli. L’innovazione Stannah, poi, non si limita alla tecnologia.

Chi dice che un montascale debba solo servire a salire ed a scendere le scale si sbaglia di grosso. Esso deve essere anche comodo, funzionale e, perché no, piacevole dal punto di vista estetico.

Consapevole di ciò, Stannah ha dedicato una cura particolare al design dei suoi montascale, arrivando a coinvolgere designer di fama mondiale come Richard Seymour. Chi sceglie un montascale Stannah, dunque, ha la più ampia scelta sul mercato, in quanto può decidere liberamente e completamente tra una gamma di tessuti e colori che spazia dal classico al moderno.

In questo modo il montascale diventa parte integrante dell’ambiente in cui è inserito, esso risponde pienamente al gusto di chi lo acquista, offrendogli la possibilità di armonizzare il prodotto con la casa e con l’intero arredamento. Stannah offre montascale di tutti i tipi: a poltroncina per scale curve, dritte, per ambienti esterni, e montascale a piattaforma.

L’azienda mette a disposizione del cliente un consulente che in maniera gratuita e senza alcun impegno si recherà a casa sua a per rispondere a tutte le tue domande ed ascoltare quali sono le sue necessità e le sue richieste. Egli prenderà le misure della sua scala e gli illustrerà le possibili soluzioni.

Standogli vicino passo passo lo accompagnerà verso la scelta giusta. Inoltre, il consulente avrà anche il compito di dare al cliente tutte le informazioni utili sulle agevolazioni fiscali ed i contributi offerti dallo stato per l’acquisto di un montascale.

L’azienda Stannah riserva molte opportunità anche dal punto di vista finanziario, in quanto grazie ai contributi previsti si può ottenere un rimborso che copre il 50% della spesa.


Sistemare Casa
×