Parete soggiorno: scegliere stile e materiali

La parete soggiorno è un complemento d’arredo importante e basilare per costruire il proprio stile e creare una solida base di partenza per conferire carattere all’ambiente soggiorno.

Le pareti di una casa spesso tendono ad essere tristi e piatte. Per la parete del soggiorno, in genere si opta per il solito colore bianco perché lega con tutti gli stili di arredamento essendo neutro. Le soluzioni però potrebbero essere diverse e molto originali. Soprattutto se sei una persona solare e che magari ama cambiare spesso e volentieri non solo se stesso/a ma anche la propria casa.

Parete soggiorno: carta da parati

La parete del soggiorno può essere decorata in diversi modi e potrai trovare molte idee anche in altri articoli del nostro sito ma, la soluzione che vorrei proporti oggi è molto diversa dal solito modo di dipingere un muro o da attaccarci una normale carta per decorare che non ti permetterebbe di cambiare con molta facilità. Infatti vorrei proporti la carta da parati rimovibile.

Si tratta di un metodo intelligente ed innovativo che ti permetterà di non limitare la tua immaginazione e la tua voglia di cambiare. Questa soluzione potrà essere ideale soprattutto se il tuo padrone di casa non ti permette di sbizzarrirti nell’appartamento di sua proprietà. Infatti questo è il modo giusto per avere la tua libertà di scegliere come ravvivare le tue pareti senza fare cambiamenti drastici e rivoluzionari (e senza far danni e/o modifiche definitive alla casa).

Parete soggiorno scura

La carta da parati rimovibile puoi trovarla in vari colori e/o fantasie per tutti i gusti. Dalle semplici le strisce colorate, agli sfondi di paesaggi, panorami, città, monumenti, personaggi famosi… e tutto quello che vorrai. Ovviamente le scelte nei negozi sono abbastanza limitate ma, con internet non potrai non trovare quello che cerchi. Gli stili sono davvero tantissimi e spaziano dagli anni ’70 al futuro prossimo!

Bisognerà prestare attenzione però ad una cosa in particolare. Ad esempio, alcune carte da parati rimovibili contengono il piombo, che potrebbe essere nocivo per la salute degli esseri umani. È necessario allora cercare la scritta “senza piombo”, o “senza VOC” oppure VOC-free” presente sull’etichetta o assicurarsi che sia sulla scheda di presentazione del prodotto.

Precisamente si tratta di carta adesiva, murales appositi o decalcomanie, adatte anche per il rivestimento dei mobili della tua casa. Ha un prezzo accessibile e ti permetterà quindi di rendere la tua casa originale in base ai tuoi gusti in modo veloce ed estremamente economico! Per questo motivo lo potrai fare quando vorrai e tutte le volte che vorrai.

Sul web potrai anche trovare delle soluzioni e delle carte apposite per poterci stampare ciò che vuoi tu, oppure potrai direttamente fartela mandare personalizzata. Ormai alla tecnologia non si riesce più a star dietro! Infatti esistono anche i modi per poter scrivere delle frasi particolari per rendere la tua casa ancora più tua. La carta da parati rimovibile potrebbe insomma essere una soluzione a tutti i tuoi problemi e potrai cambiare ogni singola volta che vorrai!

Ti sembra una soluzione che riuscirebbe a compensare la tua voglia di cambiare? Prima di scegliere cosa vorresti sulle tue pareti, fatti una lista di tutto ciò che ti piace e poi cerca su internet le varie possibilità. Vedrai che anche attaccarla alle pareti sarà un gioco da ragazzi!

Parete soggiorno: velature, sfumature e spugnature

Se hai bisogno di ridipingere le tue pareti, sappi che potresti anche cimentarti nel ruolo di perfetto/a imbianchino/a e rendere il tutto molto più speciale dando un tocco di originalità utilizzando alcune tecniche come quella della velatura e della spugnatura. Non si tratta di niente di difficile, ti divertirai e la soddisfazione sarà grandiosa quanto l’effetto che faranno i muri di casa tua!

Quando si parla di imbiancare da soli, si opta spesso per le soluzioni più semplici senza pensare che invece potresti fare molto di più, anche solo con l’aiuto del partner, della tua fidanzata, di un amico o di un familiare… senza chiamare nessuna ditta specializzata o un professionista che faccia il lavoro per te.

Quindi prenditi un po’ di tempo libero e dedicati alla tua casa. Il periodo migliore per ridipingere le pareti è sempre la primavera: potrai tenere le finestre aperte, non morire di caldo e tutto si asciugherà molto più velocemente.

Parete soggiorno effetto spugnato

Parlando di velatura delle pareti devi sapere che si tratta di una tecnica che ti permetterà di decorare il tuo appartamento con stile ed originalità. Si tratta di un metodo che ha come caratteristiche principali le trasparenze e dei giochi cromatici, senza esagerare. Generalmente è integrata dalla tecnica di spugnatura per dare ancora più originalità al risultato.

Ti serviranno naturalmente delle spugne adatte, ma anche spatole, stracci  di cotone e pennelli. Una volta preparato il muro (“limandolo” e livellandolo con la carta vetrata) e data la prima mano, senza marcare troppo con il colore, potrai cominciare con l’appallottolare uno straccio e bagnarlo nella vernice.

Per vedere se ti piace come sarà, fai una prova su un cartone prima di andare a lavorare sulle pareti. Se il risultato ti accontenta, cerca di non cambiare la piegatura dello straccio in modo da ottenere sempre lo stesso stampo ogni volta. La stessa cosa potrai farla con la spugna. Se preferisci, puoi fare le tue decorazioni su una base bianca o lasciando il muro così com’era prima (ovviamente se l’imbiancatura è ancora in buono stato).

Un altro metodo non molto differente, basato sempre sulla velatura e la spugnatura delle pareti, è quello di dare prima due mani di colore e, successivamente, picchiettare la parete con la spugna bagnata nel colore. L’importante è non caricare troppo la spugna… avere tanta pazienza e fare attenzione ai dettagli.

Se sei una persona precisa e pignola, non sarà un problema, altrimenti ti servirà giusto un po’ di impegno in più. Inoltre potresti usare il rullo per passare le mani di vernice prima di utilizzare la spugna.

I metodi esistenti per decorare la parete soggiorno sono molti e non sono difficili. In caso di bisogno potrai utilizzare dei video tutorial presenti sul web e davvero non avrai alcun problema!

A questo punto, per la parete soggiorno, scegli i tuoi colori preferiti (che stiano anche bene con l’arredamento), munisciti di tutto ciò di cui hai bisogno, ricopri il pavimento con i cartoni o con pagine di giornale e datti da fare per dare questo tocco di originalità alla tua casa.

Parete soggiorno: idee originali

Se vuoi decorare le tue pareti e se hai bisogno di ravvivare l’ambiente in cui vivi, non ti resta che darti da fare! Le idee sono molte, dipende tutto dai tuoi gusti, le tue passioni e la tua creatività! Hai bisogno di spunti? Come puoi partire? Siamo qui per questo!

Si parla di sticker e ce ne sono molti in giro. Scritte, fiori, cuori, disegni psichedelici… Ma non è l’unico modo per dare un tocco di novità alla tua casa. Infatti ho intenzione di mostrarti altre soluzioni avvincenti e moderne. Senza il bisogno di spendere cifre esorbitanti!

La carta da parati non è così out… ma esistono anche delle versioni fai-da-te. C’è chi si è inventato un’arte tutta sua fatta di post-it colorati con su scritte delle citazioni famose oppure ha creato una forma o una scritta con essi. Alcuni hanno optato per gli origami… Insomma , in realtà basta un colpo di genio e puoi fare qualsiasi cosa su una parete!

Puoi anche dipingere delle onde sul tuo muro, o meglio delle nuvole. Decorare vuol dire anche creare, dipingere, e un cielo con delle nuvolette bianche non crea di certo una parete uguale a tutte le altre! Ma potrai anche riempire il tuo muro di foto di tutte le persone che fanno parte della tua vita, o che hanno lasciato un segno dentro di te.

Inoltre, neanche le bacheche sono passate di moda, potresti averne più di una e personalizzarla con immagini, messaggi, fogli e ricordi di tutti i generi… che potrai sempre aggiornare! In più potresti creare delle mensole molto originali ed unire dei cilindri di cartone di diverse dimensioni che potresti riempire con tutto ciò che vuoi. Qualcuno alle pareti dietro il letto mette delle tende per un effetto molto particolare.

Parete soggiorno incassata

Potresti anche utilizzare dei gessi e lasciarti andare alla fantasia… Suoni? Scrivici le note della tua canzone preferita, ami il mare o la montagna? Disegna il tuo paesaggio preferito. Insomma metti nero su bianco le tue passioni e dai alla tua parete qualcosa di te.

Ti piacciono le cose brillanti? Rendi il tuo muro tale grazie ad un apposito smalto brillante oppure dai un lucidante particolare. Altrimenti spruzza il tuo muro con vernice di colori diversi come se avessi un arcobaleno davanti a te.

Ci sono tantissime idee che puoi mettere in atto, basta aver chiaro il tono che vuoi dare alla tua camera e se vuoi renderla più personale o più di classe o più artistica!

Anche se non puoi darti a grandi cambiamenti (per rispetto al padrone di casa…), ci sono tantissime soluzioni che non prevedono alcuna modifica permanente o che possa far svenire il proprietario. Anche la soluzione dei post-it, ad esempio, non potrà di certo nuocere alla salute della tua parete.

Comunque vada, sicuramente, grazie a queste idee che ti ho menzionato nell’articolo riuscirai a farti un’idea di quello che ti piacerebbe avere davanti a te. Stai certo che cambiare una delle tue pareti a tuo piacimento ti permetterà di alzarti molto più di buonumore la mattina. Provare per credere! Non rimarrai deluso dalla tua creatività!

Parete soggiorno: accorgimenti

La primavera è la stagione ideale per rinnovare il colore della propria casa o per dare una rinfrescata alle pareti con una mano di bianco. La parete del soggiorno, al pari di altre, va trattata. Per risparmiare molto sul costo dei lavori è possibile farlo anche da soli, a patto di avere una buona manualità, oltre a molto tempo libero.

Prima di iniziare dovete arrotolare i tappeti e togliere le tende, i quadri e tutti gli oggetti, stessa cosa per i mobili piccoli, come le sedie, i comodini, il tavolo, mentre quelli grandi come gli armadi vanno allontanati dalle pareti e spostati al centro, coperti con teli plastificati. Anche il pavimento va protetto con un telo di plastica e dovete proteggere anche le placche degli interruttori, mentre finestre e porte vanno bordate con nastri adesivi.

Ora dovete pero’ scegliere il tipo di vernice, ad esempio, l’idropittura è quella più consigliata per gli interni perché è lavabile con un panno imbevuto d’acqua e quella traspirante lascia respirare la superficie, quindi è ideale per ambienti umidi come la cucina ed il bagno. Nella forma condensa, non è lavabile in caso di macchie. Alcuni prodotti sono specifici antimuffa con agenti battericidi. La tempera, è un prodotto facile da applicare e di costo più contenuto. Anch’essa a base di acqua, con il tempo tende a sfarinarsi e non è lavabile.

Parete soggiorno in legno

Parete soggiorno in legno anche in una casa moderna? Certo, è possibile, anzi, è estremamente confortevole, innovativo e sicuramente di tendenza. La quercia ad esempio riveste le pareti come in una antica baita calda, seducente e chic in un ambiente decisamente moderno, abbinato a tavoli in cristallo ed arredi in vetro.

Il legno in ogni ambiente diventa come una seconda pelle, crea un’atmosfera profumata nella casa, solida e decisamente confortevole, aggiungere mobili bianchi può essere un’ulteriore idea per illuminare tutto l’ambiente. Nel bagno, ad esempio, potete diversificare aggiungendo pietra grigia a spacco per dialogare con il legno e per ricreare lo charme di un vero chalet abbinandolo a sanitari moderni, vasche idromassaggio, cromoterapia elementi in cristallo oppure con una vasca incassata nel pavimento, un vero incanto anche emozionale.

Parete soggiorno in vetro

L’abbinamento ideale per minimizzare l’impatto visivo di una scala interna, è quello dell’acciaio con il vetro; l’acciaio ha una elevata resistenza meccanica che consente di realizzare strutture portanti molto esili, mentre il vetro, grazie alla sua trasparenza alla luce, rende l’opera visivamente leggera. Un altro punto cardine sono i gradini: calpestabili, satinati, colorati, abbinati anche ad immagini stampate oppure tessuti.

Un altro caso di tipico utilizzo del vetro stratificato calpestabile è rappresentato dal soppalco e da scala di accesso dove la trasparenza bidirezionale del vetro alla luce, evita il crearsi di fastidiose zone d’ombra sopra alle strutture; l’illusoria inconsistenza dei materiali, serve anche in questo caso, a far apparire il manufatto più leggero e meno incombente sulla zona sottostante.

Parete soggiorno in cartongesso

L’effetto dell’impiego del vetro stratificato per la pavimentazione del soppalco e per i gradini della scala di accesso ha il potere di attutire il rumore dei passi di chi cammina sul soppalco e di scende e sale le scale. La struttura portante viene di solito realizzata in acciaio, mentre diverse sono le soluzioni che riguardano i pannelli ed i gradini in vetro, da quello trasparente a vetri con effetti decorativi.

A volte può essere necessario anche suddividere un locale in due o più zone; le pareti in vetro rappresentano la soluzione ideale perché non richiedono interventi complicati per la loro posa in opera e mantengono inalterata la distribuzione dell’illuminazione naturale nel locale.

I pannelli vetrati vengono inseriti nei telai, realizzati in legno o alluminio che vengono fissati al pavimento ed al soffitto oppure alle pareti del locale. Una parete divisoria può anche essere a chiusura totale quindi dotata di porta di passaggio tra le due zone.

Sono molti i tipi di vetro che possono essere impiegati per realizzare pareti divisorie, da semplici vetri trasparenti o satinati, a quelli con immagini digitali stampate, dai vetri acidati con applicazione in vetro-fusione ma la novità riguarda i vetri stratificati con inserimento tessuti di arredo.

I vetri per porte, per definizione trasparenti alla luce, si dividono in trasparenti, semi-trasparenti e traslucidi; solitamente sono trasparenti i vetri delle finestre, semi-trasparenti quelli dei vetri che riducono o distorcono le immagini, traslucidi quelli che impediscono la visione distinta delle immagini, inoltre vi sono vetri acidati, satinati, sabbiati, opalini ed alcuni ottenuti con la vetro-fusione. I vetri si presentano anche come rivestimento decorativo per pareti e pavimenti, come: lastre, piastrelle, listelli, tozzetti, inserti e tessere che possono essere impiegate anche con ceramiche, marmo e legno con cui è possibile realizzare vetrate interparete.

Queste vetrate vengono create per far arrivare la luce naturale in un locale privo di finestre come un corridoio, un ingresso, oppure per creare un passaggio alla luce tra due stanze e dare profondità ad una parete divisoria arricchendola con un elemento decorativo.

La miglior resa di un pannello decorativo si ha quando questo è illuminato in trasparenza da una buona luce e si comprende così come i lucernari e i controsoffitti retroilluminati rappresentino applicazioni ideali per i pannelli vetrati decorativi; per i lucernari si impiegano spesso vetri legati a piombo o pannelli in vetro-fusione stratificata, per i controsoffitti si utilizzano formelle in vetro-fusione. Anche le possibilità di impiego del vetro nel design sono innumerevoli, vere opere d’arte da realizzare insieme al proprio gusto personale.

Parete soggiorno in cartongesso

Le pareti in cartongesso vengono realizzate con lastre di cartongesso fissate alla struttura dei profili metallici o di legno; i pannelli sono formati da uno strato di gesso chiuso e compresso tra due fogli di cartone. Le lastre vengono fissate ai profili metallici con viti autofilettanti. Questo è un sistema pulito, asciutto, economico, soprattutto veloce per realizzare pareti divisorie che permettono un buon isolamento termoacustico, e un’ottima possibilità di migliorare l’aspetto estetico con varie forme, tra cui le forme curve.

Le pareti di cartongesso possono essere rivestite come una normale e tradizionale parete, ad esempio, come una parete in muratura realizzata con mattoni forati. Inoltre, le pareti in cartongesso possono essere tinteggiate con qualsiasi tipo di pittura e rivestite con piastrelle di ogni genere o carta da parato. Si possono realizzare pareti di diverso spessore e con diverse caratteristiche tecniche; diversamente, a seconda del tipo di lastre utilizzate, si possono realizzare pareti resistenti al fuoco, all’umidità, pareti studiate appositamente per l’isolamento termico, acustico, termoacustico. La realizzazione di una parete in cartongesso è possibile anche con la tecnica fai da te.

Infatti, costruire autonomamente una parete in cartongesso o una parete divisoria, serve anche ad avere un’idea ancora più chiara e definita dell’ambiente che si deve e si vuole creare, ad esempio, è possibile dividere un ambiente grande in altri più piccoli, in modo da distribuire meglio gli spazi o avere la possibilità di più camere da adibire ad usi diversi. Questa soluzione potrebbe risultare interessante anche per ricavare un armadio a muro in una stanza da letto molto grande e spaziosa.

Quando si decide di intraprendere un lavoro fai da te di questo tipo, bisogna prima di tutto procurarsi delle traverse in legno grezzo, acquistare dei pennelli in cartongesso con bordi bisellati o squadrati, nel frattempo occorre anche procurarsi una fune gessata imbevuta di polvere colorata e non devono mancare chiodi da carpentiere per il fissaggio dei montanti. Inoltre bisogna munirsi di: una sega, tasselli ad espansione, livella e filo di piombo.

Le operazioni successive sono: tracciare lo scheletro, fissare e montare lo scheletro, fissare i montanti ed i rinforzi, posa del cartongesso.

Conclusa la fase di costruzione della parete, occorre rifinire il cartongesso con la stuccatura dei giunti.

Sistemare Casa
×