Piastrelle bagno: linee guida stili e tendenze

Conoscere stili e tendenze delle piastrelle bagno è un must per chi vuole arredare con gusto e cerca idee innovative per quanto riguarda i materiali e i decori da inserire nel proprio ambiente bagno!

Quando si decide di arredare o rimodernare la casa, potrebbe venirti in mente di cambiare le piastrelle bagno. Il problema è sceglierle con gusto e cercare di seguire lo stile del resto dell’arredamento senza sbagliare. Qualche consiglio per effettuare le scelte migliori?

Il bagno e la cucina sono in genere in cima alle preoccupazioni di proprietari e soprattutto di padroni di casa alle prima armi. Quando si compra una prima casa e/o si decide di ristrutturarne una, cominciano a sorgere un’infinità di dubbi: come arredare nel modo giusto, scegliere vasca o doccia, utilizzare dei colori classici o puntare sulla modernità…

Piastrelle bagno In poche parole, arredare un bagno e scegliere le piastrelle bagno non è una cosa facilissima, ma oggi parliamo di come scegliere le mattonelle giuste.

Solitamente, per ambienti ristretti e “quotidiani” come questi, si utilizzano dei colori neutri per le piastrelle bagno oppure pastello in modo da non influire negativamente sul tuo umore quando ti svegli la mattina.

Soprattutto se sei un tipo o una tipa che si sveglia un po’ nervoso/a, il consiglio è di evitare di scegliere colori forti, anche per quanto riguarda le mattonelle. Poi, potrai scegliere che stile seguire per le piastrelle bagno. Classico? Estremamente moderno? Ma ricorda sempre che poi dovrai considerare anche dei mobili e dei sanitari che dovranno seguire la stessa linea.

Piastrelle bagno rosa

L’ambiente bagno, insieme alla cucina, è infatti una delle aree casalinghe che è necessario arredare seguendo delle regole precise, non solo in base ai tuoi gusti, ma anche in base alle tue esigenze ed alla funzionalità.

Naturalmente, oltre al colore delle piastrelle bagno, bisogna valutare anche la qualità del materiale e, il consiglio è di puntare sulle pietre naturali, sul grès porcellanato o sulla ceramica.

Quest’ultima è tra le scelte più quotate non solo per il prezzo più basso, ma anche per la capacità di assorbire una minima quantità d’acqua rispetto ad altri tipi di mattonelle (e che spesso garantisce persino una perfetta tenuta in ambienti con una particolare concentrazione di umidità). Inoltre, si tratta di un materiale molto resistente ai detergenti anche più aggressivi.

Ovviamente, a livello tecnico è assolutamente sconsigliato scegliere il legno, il semplice intonaco o le carte da parati. È importante anche optare per il formato giusto.

Infatti, le piastrelle bagno dovrebbero essere proporzionate alla dimensione della superficie del bagno ed anche a quella da rivestire: in un’ambiente di piccole dimensioni di certo non potrai utilizzare piastrelle di dimensioni eccessive!

Molto spesso si opta anche per eliminare quasi completamente la presenza delle fughe (riducendole alla misura di 1 o 2 millimetri di larghezza e facendole dello stesso colore della piastrella), soprattutto se si sceglie di utilizzare delle mattonelle abbastanza grandi come ad esempio quelle da 60 cm × 60 cm.

In conclusione, non sarà difficile, ma basterà seguire alcuni consigli dei professionisti per effettuare la scelta giusta.

Esistono comunque tantissime soluzioni per valorizzare e personalizzare il proprio bagno. Potrai anche indirizzare le tue scelte vero l’eleganza, anche se non eccessiva, oppure verso un design completamente originale.

Piastrelle bagno classiche

Si può optare anche per delle mattonelle con dei semplici disegni, oppure basiche e minimaliste… Il tutto ricordandosi sempre che puntare alla semplicità non significa dimenticarsi della modernità perché, ora come ora, le combinazioni di questo tipo sono all’ordine del giorno!

Piastrelle bagno antismog

Si chiamano piastrelle bagno antismog, ovvero si tratta di particolari piastrelle bagno in grado di ridurre l’inquinamento per mezzo della reazione del biossido di titanio, che a contatto con la luce, produce ossigeno neutralizzando gli agenti inquinanti.

Queste piastrelle bagno presentano la caratteristica di essere super-sottili, a basso impatto ambientale perché per cuocerle ci vuole meno tempo e quindi richiedono meno spreco o utilizzo di energia.

Vanno maneggiate con cura ma si prestano agli utilizzi delle normali piastrelle bagno, in più permettono di pavimentare senza smantellare il vecchio pavimento appunto perché fanno poco spessore.

Oltre ad essere antismog sono anche antibatteriche, ovvero, come, ad esempio, le piastrelle in grès porcellanato, le piastrelle bagno “green” vedono l’impiego di particelle di natura minerale che generano una reazione capace di annientare i quattro principali ceppi batterici degli ambienti chiusi.

Piastrelle bagno mosaico 

Piastrelle bagno con mosaico

Hai mai pensato di fare qualche mosaico in bagno e fare della tua “umile” dimora un qualcosa di molto più speciale?

Certo si tratta di un’arte, ma non è detto che tu non possa darti al fai-da-te anche in questo caso! Non è facile ma, con un po’ di tempo, un po’ d’impegno e pazienza, potresti fare davvero un’opera degna del tuo ambiente bagno!

Come sai, il mosaico ha origini molto antiche ma la modernità può contagiare tutto! Prima, quest’arte era usata per pavimentare alcune strade e decorare muri utilizzando pietre di colori diversi. Questo puoi farlo anche tu anche se il fai-da-te non è mai stato uno dei tuoi più amati hobby.

Prima di tutto devi sapere che, per cominciare, dovresti scegliere una superficie piana in modo che il lavoro ti possa risultare meno complicato. Potresti, ad esempio, optare per un angolo da abbellire con un disegno che riprodurrai con un mosaico fantastico per le tue piastrelle bagno.

Infatti, il consiglio è di scegliere un pezzo del tuo arredo bagno che sia di legno, plastica, ferro o cemento.

Piastrelle bagno angolo mosaico

Per quanto riguarda i materiali opta per il vetro colorato, specchi, oppure mattonelle… ma anche vecchi piatti o pietre che ti piacciono particolarmente.

Per preparare i pezzettini, munisciti di uno di quei seghetti appositi (chiedi al ferramenta) e fai molta attenzione a non tagliarti, infatti è bene utilizzare dei guanti da lavoro. Inoltre, è possibile acquistare dei quadratini già fatti, oppure usare dei pezzi non precisi.

Dopo aver scelto materiali e superficie, prepara il disegno su un foglio che sia della stessa misura della superficie da ricoprire.  Appena avrai finito ricoprilo con i pezzettini ri-componendo l’immagine.

A questo punto comincia a scartavetrare l’oggetto o la superficie che vuoi decorare e poi ricopri di colla (quella per piastrelle bagno) tutta la zona su cui andrai a lavorare.

Mi raccomando: non devi eccedere con la colla ma non devi neanche “spalmarne” troppa poca. Adesso riproduci il disegno, togliendo i pezzettini ordinatamente dal disegno originale. In questo modo, le possibilità di sbagliare calano quasi drasticamente.

Ma, anche in caso di errore, potrai riposizionare i pezzettini appena te ne accorgi perché, comunque vada, prima che sia tutto asciutto avrai molto tempo per risistemare!

Fai attenzione a non creare sporgenze e spigoli pericolosi!

A questo punto rimuovi la colla in eccesso e lascia asciugare per circa 12 ore. Dopodiché potrai ripulire il tuo mosaico fai-da-te con una spugna non troppo bagnata.

Se hai usato qualcosa che non si sciupa al contatto con l’acquaragia (come vetro e pietra) allora puoi usarla per facilitare l’eliminazione del collante di troppo. Poi lucida la tua opera con un panno asciutto.

Il tuo mosaico per piastrelle bagno farà un bellissimo effetto e sarà completamente impermeabile. Se il tuo lavoro ti soddisfa, sappi che potrai provare su tantissime altre cose. Potrai decorare il margine esterno dello scalino della  doccia, il lavandino se è squadrato, alcune sedie, comodini ed anche specchi… In pratica ti potrai sbizzarrire con questo fai-da-te artistico e pieno di fantasia.

Piastrelle bagno esempio mosaico

Il consiglio? Il primo oggetto da decorare dev’essere un po’ una cosa su cui puoi fare un po’ di scuola!

Quindi magari scegli una semplice scatola di legno (che potresti ricoprire con pezzettini di specchio) e, se tutto va bene, non porre limiti alla tua creatività!

Piastrelle bagno colori e mode

Il colore del mese per le tue piastrelle bagno? Decisamente è il giallo! Ma il giallo va abbinato al verde, per uno stile eco a contatto con la natura, come un vero filo conduttore per risvegliare in qualche modo la materia grigia.

E per scoprire la vera anima di un colore all’apparenza sobrio ma terribilmente attratto dal design. Un fiore che cresce in un prato è solo un fiore. Ma se spunta in mezzo al cemento diventa una poesia. Una poesia speciale, inattesa, di una semplicità disarmante, dunque perfetta.

Proprio come gli arredi delle nostre case: uno squarcio di giallo limone su sfondo grigio. Da un lato il “primario” piu’ esuberante e luminoso, che in versione acerbo-primaverile si diverte a sconfinare nel verde lime.

Dall’altro la più neutra delle tonalità, alleanza cromatica di bianco e nero a dosaggio variabile, universalmente riconosciuta come fedele, rigorosa, autorevole. E oggi sono proprio questi i colori di tendenza del design ed in architettura per le piastrelle bagno.

Piastrelle bagno giallo

Abbiamo detto anche del grigio, discreto, elegante, classico, selezionato nelle sue mille sfumature. Il grigio si rivela anche protagonista dell’home dècor di classe. Alla faccia di chi lo ha sempre considerato noioso. E per chi è ancora alla ricerca di una vera tendenza, come non ricordare il ritorno del mosaico.

Tornano di moda le tessere per le piastrelle bagno: coloratissime, da utilizzare su una oppure tutte le pareti per creare inediti e sorprendenti effetti dècor, in bagno e non solo.

Piastrelle bagno caratterizzate da incisioni in superficie che creano l’effetto di milioni di tessere.

Varie collezioni in diversi formati anche a pavimento, in vari tipi di listelli a effetto 3D. Toni pastello che si dispongono in modo casuale, mosaici semplici ma dalla grande allure. Oppure potete decidere per le piastrelle tradizionali smaltate che sembrano mosaico ma in realtà sono piastrelle dai disegni geometrici su fondo bianco opaco nei diversi colori.

Mosaico anche per rivestire i sanitari? Ebbene sì, ecco un’altra tendenza delle piastrelle bagno. Oggi si può. Una serie mini rigorosamente pensata per i sanitari con una raffinata decorazione anche nelle tonalità oro, nero, bianco ed ovviamente grigio. La cosa importante è dare risalto alle sfumature anche in due diverse misure proprio per dare risalto e pregio ai vostri ambienti!

Piastrelle bagno linea Mediterranea 

Piastrelle bagno linea mediterranea

Oggi vedremo la collezione di piastrelle bagno di ceramica per muri e pavimenti Mediterranea, creata dall’azienda Ceramica Vietri Antico che dal 1989 si è specializzata nella ceramica vietrese, offrendo un ampia gamma di colori, smalti artigianali, decorazioni manuali e antiche tecniche di lavorazione.

La Collezione Mediterranea, con le sue sfumature cromatiche, evoca il bianco della schiuma del mare e le trasparenze delle onde che si infrangono sulla riva; vanno bene per muri e superfici e possiamo vedere i diversi colori nella prima foto.

Sono infiniti i formati nei quali troviamo queste allegre piastrelle, da quelli classici come il 4 x 4, il 10 x 10 e il 20 x 20, a quelli particolari come il pié d’oca (esterno e interno), angoli, capitelli, listelli, battiscopa, dune, cornicioni e chi più ne ha più ne metta. Troviamo pure tantissimi pezzi speciali, fra cui diversi torelli e battistacci, così come raccordi; tuttavia ricordiamo che i pezzi speciali essendo smaltati possono avere variazioni di tonalità rispetto alla piastrella abbinata, ma se mi permettete una considerazione personale ciò può essere un bene e rendere il tutto molto più aggraziato, in fondo il mare è fatto di sfumature.

Bellissime le lastre nelle sue forme e formati, così come i decorati, ricchi di disegni e colori a cui abbinare magari i festoni e i pannelli artistici che ben si adattano a ogni superficie; ottimi se utilizziamo pure i complementi quali i lavelli (per cucina e bagno).

Piastrelle bagno collezione mediterranea

E per completare l’opera artistica la collezione per pavimenti il Grès Mediterraneo, un Grès lavico in monocottura a 1200°.

Sono veramente tantissime le combinazioni artistiche che possiamo fare per ricreare l’ambiente marino nelle nostre case con le piastrelle bagno della collezione Mediterranea.

Se abbiamo un muro vuoto ecco che basta un semplice pannello artistico (da poter scegliere anche qui in diversi formati) per decorare l’ambiente, una soluzione semplice e efficace.

Questa collezione per piastrelle bagno dovrebbe essere sempre tenuta in considerazione fra le loro scelte gli amanti del mare e magari anche gli alberghi siti in località balneari.

Sistemare Casa
×