Rivestimenti esterni: ecco i materiali privilegiati

La scelta di rivestimenti esterni è sempre ardua perché i materiali da scegliere devono possedere caratteristiche fisiche e strutturali importanti per assicurare design e durata.

Al fine di ottenere questo connubio infallibile per i rivestimenti esterni, occorre pensare non  soltanto all’estetica ma, alla durata dei materiali scelti, quindi alla qualità degli stessi e alla loro resistenza rispetto alle intemperie. Perché, gli architetti ci insegnano che, una casa, una parete, non deve essere solo “bella dentro” ma che all’esterno.

Rivestimenti esterni pietra

Quindi i rivestimenti esterni devono non soltanto soddisfare delle esigenze puramente estetiche, tanto da presentare un design piacevole ma anche e, soprattutto, isolante. Se si desidera rivestire l’esterno della propria casa in pietra o piastrelle che siano compatibili con isolamenti termici a cappotto ora è possibile grazie a nuove tecnologie e materiali. Tutto questo grazie agli innovativi materiali di incollaggio ed a certificate tecniche applicative, che prevedono la massellatura del sistema isolante sopra la rasatura armanta, la quale consente la posa di piastrelle e pietra come finitura finale a cappotto. La loro manutenzione e cura si traduce quindi in minori costi e impegno di risorse.

Oggi si parla tanto di rivestimenti esterni o outside, proprio per indicare tutta l’innovativa linea di superfici per esterni e la variegata proposta che le aziende mettono a disposizione della loro clientela, ricca di materiali innovativi e durevoli. Se cercate di proposito le collezioni outside di varie aziende specializzate in produzione di rivestimenti esterni, vedrete che queste ultime si contraddistinguono per l’elevata qualità dei materiali e dei processi produttivi, ma anche per la ricerca e i contenuti di design.

Rivestimenti esterni in fibra di legno

Con la fibra di legno si possono realizzare eccellenti rivestimenti termici e acustici in esterno. I pannelli di fibra di legno sono disponibili anche di forte spessore, sono traspiranti, stabili e resistenti agli agenti atmosferici. Per operare una scelta corretta dello spessore del pannello, non esitate a chiedere un consiglio ai tecnici specializzati dell’azienda a cui vi appoggerete. Per effettuare un calcolo di massima si ha bisogno di sapere: lo spessore della prete attuale, il materiale in cui è fatta la parete, il comune in cui è sito l’immobile. Se desiderate un preventivo per l’acquisto dei materiali necessari alla realizzazione del cappotto comunicateci il numero dei mq di superficie da rivestire.

rivestimenti esterni in fibre di legno

Il composto è formato da fibre di legno e polietilene, il cui punto di forza è proprio la combinazione tra resistenza e le proprietà estetiche del legno con la durabilità e facilità di manutenzione del polietilene. Quindi il materiale è formato dal 60% di fibre di legno, dal 30% di polietilene e dal restante 10% di pigmenti combinati attraverso speciali processi di estrusione creano un buon equilibrio tra i materiali. Si tratta di un prodotto innovativo contraddistinto dai molti vantaggi della moderna tecnologia sulla lavorazione dei polimeri.

Quindi, è un materiale ecologico, rispettoso dell’ambiente, resistente all’acqua, non necessita di particolare manutenzione e ha una lunga durata nel tempo e un montaggio semplice e veloce grazie al sistema tecnologico che le aziende hanno sperimentato. Si tratta, infine, di un materiale riutilizzabile al 100%.

Rivestimenti esterni in corian

L’architettura da esterni scopre la bellezza del corian che unisce forma e funzionalità si per creare  una brillante soluzione per rivestimenti esterni. si tratta di un materiale, il corian, che offre una flessibilità progettuale senza limiti, quindi date libero sfogo alla vostra creatività grazie a una vasta gamma di colori e soluzioni estetiche, create le forme e le texture che meglio si adattano ai vostri progetti, sfruttate tutte le sfumature dei colori traslucenti per le applicazioni di retroilluminazione. Quando la bellezza e la versatilità s’incontrano, il corian è protagonista dei rivestimenti esterni perché questi ultimi risultano durevoli, resistenti e facili da pulire. I rivestimenti esterni in Corian sono tanto pratici quanto eleganti. Poiché questo materiale protegge dalla pioggia ed è durevole, la facciata contribuisce all’efficienza energetica e alla sostenibilità degli edifici.

rivestimenti esterni in corian

L’ampia gamma di sfumature per le facciate offre una stabilità dei colori di altissimo livello. Il corian offre, inoltre, un basso assorbimento di umidità e un’elevata resistenza alle macchie, agli inquinanti ambientali, ai detergenti, all’umidità e alle condizioni di gelo/disgelo. Il corian per i rivestimenti esterni consente, inoltre, di ottenere giunture impercettibili e può essere facilmente levigato e pulito per ripristinarne l’aspetto originario. Mediante il normale lavaggio a pressione con detergenti a lieve azione abrasiva è possibile rimuovere anche i graffiti.

Il corian rappresenta la vostra scelta giusta per rivestire le facciate perché può essere lavorato in maniera specifica per soddisfare una vasta gamma di applicazioni architettoniche, tra cui coperture di colonne, intradossi e fasce, e molteplici dettagli esterni. Grazie al corian, per i rivestimenti esterni, potete creare forme complesse evitando il peso e i costi dei materiali tradizionali. Anche coperture, grondaie, angoli e altre aree critiche esposte al passaggio dell’acqua possono essere realizzate in Corian per ridurre il numero di giunture e le zone di potenziale infiltrazione o perdite.

Rivestimenti esterni Lingot e Tao

Sin dai primi anni della sua fondazione, Porcelanosa ha fatto della diversificazione produttiva uno dei pilastri fondamentali del suo sviluppo e della sua capacità competitiva sul mercato. Oggi, infatti, le otto divisioni che compongono il gruppo offrono una gamma di prodotti molto estesa, che travalica decisamente i soli rivestimenti in ceramica.

Rivestimenti esterni Lingot e tao

Tra questi, l’innovativa linea ARK della divisione Ceranco è pensata per proporre soluzioni per il vasto ambito dell’arredo urbano, dalle panchine alle pavimentazioni, dalle piscine a tutto ciò che contribuisce a rendere più accoglienti gli spazi pubblici.
Per ciò che concerne nello specifico l’ambito della pavimentazione urbana, Ceranco ha creato la linea ARK+Urban, caratterizzata al contempo da grande funzionalità ed estetica all’avanguardia.

Lingot, ad esempio, si distingue per la sua linea essenziale e squadrata che lo rende particolarmente versatile; la sua robustezza – data dalle sue dimensioni 100x20x8 – lo rende ideale a sopportare efficacemente anche il transito veicolare. Lingot, inoltre, è resistente all’abrasione, al gelo, agli agenti chimici, oltre ad essere antimacchia.
Tao, invece, si caratterizza per una texture modulata, data da pigmenti di massima qualità in grado di riprodurre fedelmente la pietra vulcanica. Ideale come pavimento pedonale esterno, è antiscivolo e, grazie ad un particolare trattamento impermeabilizzante, è assicurata la massima pulizia. Sia Tao che Lingot sono disponibili in un’ampia gamma di colori.

Rivestimenti esterni: ciottoli e mosaici 

Soluzioni davvero belle, di grande pregio e lusso, abbinate anche a cancelli importanti, in ferro battuto, spesso personalizzati da disegni o enormi lettere in ferro che ne arricchiscono la proprietà, sono i pavimenti esterni in ciottoli di pietra.

Rivestimenti esterni mosaici

Un esempio i ciottoli tradizionali di fiumi, anche in più colori, come il grigio che spesso è usato misto a rossi e marroni. Si possono creare delle vere e proprie pavimentazioni decorate e personificate secondo il proprio gusto con diversi disegni, forme e figure, come stelle a punta, fiori o sirene. Variano inoltre le dimensioni, le misure, spesso già montate su rete per facilitare la posa. Pavimentazioni in pietre nauturali e lastre irregolari che formano un perfetto equilibrio in armonia con l’ambiente. Le piastrelle risultano particolarmente adatte per grandi spazi come cortili che spesso possono essere rifiniti come confine, da eventuali giardini adiacenti, grazie all’ausilio di cordoli e selciati.

Rivestimenti esterni: mattoni a vista 

I mattoni a vista sono molto particolari, specialmente se usati come rivestimento esterno, si abbinano sia ad uno stile classico che  rustico, allo stile in muratura e pietra della vostra casa, ma sono estremamente originali anche abbinati ad uno stile più moderno. Se ad esempio, la casa appena acquistata non ha il fascino rustico che desiderate, non tutto è perduto, potete sempre creare il vostro stile.

Si possono usare dei mosaici con uno spessore minimo di circa 6 mm in grado di richiamare i mattoni di vecchi muri e si posano su superfici già esistenti senza dover rimuovere il rivestimento precedente. Questi rivestimenti esterni sono ideali specie per delimitare delle zone decorative nelle pareti esterne, ma possono essere usati anche per ricoprire e rivestire tutta la superficie della parete.

Per concludere, non c’è grande casa che si rispetti senza un giardino e degli esterni ben curati. La gestione ottimale degli spazi è faccenda delicata, soprattutto se intendiamo conferire alla nostra casa un carattere ben definito di pregio e raffinatezza. 

rivestimenti esterni mattoni a vista

Viali d’accesso, marciapiedi, piscine, pavimenti esterni, pavimentazione per garage saranno di sicuro effetto se, oltre ad essere esteticamente gradevoli, potranno essere tenuti in condizioni eccellenti con uno sforzo minimo.

Anche per abitazioni più piccole ed essenziali, la scelta dei pavimenti esterni si rivela essenziale per una sicura resa estetica degli ambienti. Balconi e spazi aperti andranno dunque curati con la stessa attenzione e la stessa perizia. La gestione e la posa in opera di pavimenti per esterni richiedono qualche accorgimento in più rispetto alle pavimentazioni per interni, dal momento che  uno spazio esterno è sottoposto giornalmente all’alternarsi degli eventi atmosferici, degli sbalzi di temperatura, subisce un costante calpestio da parte di persone e veicoli, oltre ad essere attraversato da insetti ed animali domestici.

La prima esigenza, dunque, sarà quella di ricorrere a pavimenti per esterni in materiali sufficientemente resistenti, in grado di reggere a diverse tipologie di sollecitazioni. Tale scelta vedrà al primo posto materiali come il grès porcellanato, il cotto, il marmo, le pietre naturali, il legno, ma coinvolgerà anche materiali di ultima generazione come le gomme o linoleum, sino alla terra per soluzioni, nel segno della  bio-edilizia. Una buona pavimentazione per esterni, inoltre, verrà realizzata con masselli autobloccanti e drenanti, per evitare sgraditi accumuli di acqua piovana e non correre costantemente il rischio di scivolare.

Altre caratteristiche indispensabili saranno la resistenza al gelo, alla flessione, agli agenti chimici, all’abrasione, alle macchie e al fuoco. La qualità del materiale utilizzato, poi, farà il resto, impedendo l’ingresso attraverso gli smalti di polveri, germi e pollini. Per poter coniugare un pavimento per esterni alle nostre esigenze è necessario saper abbinare gradevolezza estetica ad una elevata usabilità e resistenza.

Sistemare Casa
×