Armadi su misura: guida e soluzioni

Gli armadi su misura sono una soluzione pratica e molto comoda per organizzare gli spazi della vostra casa senza necessariamente spendere cifre esorbitanti!

Continuate la lettura per seguire, passo dopo passo, tutte le indicazioni utili per realizzare armadi su misura, a muro oppure ad angolo, senza necessariamente sacrificare molto spazio della vostra casa!

Armadi su misura cucina

Sono diversi gli spazi e le soluzioni che si possono creare e trasformare in un armadio a muro comprese anche le nicchie della vostra cucina. L’idea parte dalla necessità di avere tutto in ordine ed a portata di mano e soprattutto di poter usufruire di tutto lo spazio possibile.

Come prima cosa, per la realizzazione di armadi su misura, è necessario indovinare una cavità nel muro e preparare delle mensole non troppo profonde.

Armadi su misura cucina

Prima di dare il via al progetto, è fondamentale avere le misure esatte dello spazio (incavo) che avete deciso di utilizzare quindi misurate larghezza, profondità, e altezza. Per allineare i ripiani occorre prendere come riferimento l’asse centrale della cavità.

Per dare risalto proprio anche alla profondità si possono usare colori diversi. Se, le mensole del vostro armadio su misura non vi convincono perché avete necessità di riporvi ad esempio, scope, o aspirapolvere, potete optare per la soluzione di un armadio a due ante, anche scorrevoli se meglio preferite, invece che le classiche ante battenti, oppure a libro.

Per un effetto ottico perfetto di consiglia di creare una cornice tutt’intorno su ciò poi fissare le cerniere delle ante dell’armadio su misura. La scelta delle ante sarà puramente legata al gusto personale, ovvero, potete scegliere lo stesso stile della cucina, oppure un colore neutro o diversificare completamente l’armadio con un colore vivace come il rosso, per esempio, o ancora, inserire ante in vetro oppure, dove possibile a specchio per dare l’idea di un ambiente più grande.

Armadi su misura ambiente bagno

Quando lo spazio lo permette è possibile inserire nella stanza l’armadio a muro, ed è possibile realizzarlo anche con  la tecnica fai da te.

Il lavoro potrebbe essere interessante ed anche estremamente originale perché si parte dal presupposto che non esistono regole per costruire un armadio a muro, infatti esso viene predisposto a soddisfare i nostri bisogni, sfruttando in questo modo, anche con fantasia, il più possibile, tutti gli spazi.

Si possono inserire diverse tipologie di ante, ma l’anta scorrevole, è preferita all’anta battente in quanto non occupa spazio quando dovete aprire l’armadio.

Armadi su misura bagno

Solitamente il materiale si acquista presso un centro fai da te, ed è consigliabile, per quanto riguarda gli interni, acquistare elementi modulari che poi andrete ad inserire.

Per quanto riguarda invece materiale delle ante, avere l’imbarazzo della scelta, solitamente si consiglia di seguire lo stile già esistente dei mobili del bagno, ma diversamente potere decidere di realizzare un armadio a muro in contrasto con il resto dell’ambiente, e scegliere fra le varie tipologie di legno, oppure laminati di vari colori.

Per iniziare vi servono le ante che avrete scelto in base alla misura e alla tipologia, come abbiamo detto, ovvero, procederete all’acquisto dei pannelli, poi, i listelli per il telaio e quelli per le finiture. Nel caso abbiate scelto delle ante scorrevoli, dovete acquistare il kit che è composto da binari e staffe, viti autofilettanti, e viti e tasselli per fissare il telaio al muro.

Ovviamente, oltre al materiale, vi occorre la giusta attrezzatura per gli armadi su misura: metro, matita, squadra, riga, martello, trapano avvitatore, livella, filo a piombo, giravite.

A questo punto dobbiamo partire dal nostro disegno ed attrezzare il vano con elementi modulari i quali prevedono al loro interno di poter contenere: cesti per la biancheria, cassettiere, scarpiere, appendiabiti, porta cravatte, mensole, appendini, contenitori.

Successivamente occorre chiudere il vano con le ante scorrevoli, per farlo dobbiamo assemblare le ante con i binari in maniera autonoma al telaio da fissare poi esterno al perimetro del telaio. Fissati i binari si passa a fissare le staffe-guida alle ante. Per permettere alle due ante di scorrere l’una sull’altra, le staffe di una delle due ante fanno anche da distanziatore.

Fissati i binari al telaio e le staffe alle ante, prendiamo viti e tasselli e fissiamo il telaio alla parete lungo il vano e posizioniamo il telaio in maniera corretta grazie anche all’ausilio del filo a piombo, della livella e della bolla d’aria.

Fissato il telaio alla parete, e le ante, si passa alle rifiniture laterali con i due terminali che vanno fissati alla parete a filo delle ante con viti autofilettanti. A questo punto non possiamo che ammirare l’armadio a muro con la speranza che sia venuto bene, proprio come ce lo aspettavamo, in caso contrario…meglio chiamare degli esperti.

Armadi su misura: guida pratica

A volte c’è davvero bisogno di recuperare gli spazi in qualche modo… e perché non approfittare di un rientro nella parete per creare un perfetto armadio a muro? A volte si tratta di una soluzione eccezionale che più è grande e più è apprezzata dalle donne! Ma puoi essere anche la soluzione a molti problemi nella disposizione dei vestiti e delle tue cose. Vediamo insieme come potresti fare!

Armadi su misura ingresso

Questa è una soluzione che può anche andare bene per creare una dispensa in cucina, una libreria a scaffali nel soggiorno o in camera, e/o un ripostiglio molto utile nel corridoio o all’ingresso del tuo appartamento.

L’importante è avere pazienza, molta immaginazione ed avere le idee chiare su quello di cui hai bisogno per poterti organizzare al meglio. In questo modo eviterai anche di lasciare inutilizzati degli spazi che potrebbero essere davvero molto utili se diventassero degli  armadi a muro e qualcosa di simile.

Il trucco sta nell’adocchiare uno spazio vuoto e capire come poterlo riempire nel migliore dei modi. A quel punto dovrai decidere se hai abbastanza spazio per utilizzare delle ante normali o se optare per una porta scorrevole o pieghevole, o magari una tenda.

Inoltre, potrai scegliere anche delle ante con lo specchio in modo da dare ancora più funzionalità e stile al tuo armadio a muro. Poi potrai anche utilizzare un angolo della stanza e non necessariamente un rientro già presente.

A questo punto dopo aver preso le misure e comprato le ante giuste potrai montarle utilizzando il trapano per forare il muro nei punti giusti e/o il pavimento se hai deciso di utilizzare delle porte che hanno bisogno di un binario anche nella parte inferiore. Conseguentemente potrai scegliere come sistemare l’interno dell’armadio.

Potrai posizionarci un’asta per appenderci le grucce oppure montarci delle mensole che faranno del tuo armadio uno spazio comunque funzionale ma più adeguati per mettere la biancheria per la casa, scatole o vestiti che non servono nella stagione corrente. Dipende tutto da quello di cui hai bisogno. Inoltre potrai anche decidere di dividere lo spazio e fare entrambe le cose. Ma non ti dimenticare di posizionare un faretto all’interno, in modo da illuminare l’ambiente ogni qualvolta ne avrai la necessità.

La stessa soluzione la potrai riutilizzare in un piccolo stanzino già presente, che potrai trasformare in una cabina armadio dove, spazio permettendo, potrai anche avere la possibilità di mettere scarpe e cambiarti al suo interno.

Non preoccuparti perché si tratta di una soluzione sperimentabile in ogni tipologia di appartamento e/o stanza. Le soluzioni sono davvero tante per ogni singola esigenza e potrai ampiamente accontentare la tua immaginazione ricreando un armadio a muro come desideri!

Se vuoi avere una maggiore ispirazione o uno spunto visivo, ti consiglio di farti un giro in rete o semplicemente su Google Immagini e vedrai che le soluzioni che ti presenteranno saranno davvero soddisfacenti e saprai esattamente cosa fare e non avrai più nessuno spazio inutilizzato e diminuiranno fortemente i tuoi problemi nell’organizzare i tuoi vestiti o le altre cose.

Armadi su misura di tendenza

Sempre più personalizzabili -in alcuni casi è addirittura possibile sostituire i pannelli esterni per cambiare l’estetica- e dotati di meccanismi di apertura sofisticati, i nuovi armadi sono caratterizzati da ante di dimensioni importanti e da linee pulite. In contrasto con finiture in colori vivace e testure materiche. Ferme restando alcune caratteristiche principali, come la profondità, le altezze standardizzate ed i tipi di apertura, la progettazione degli armadi si è evoluta con tecnologie innovative volte a rendere sempre più fruibili i vani interni e più agevoli, sicuri e funzionali i sistemi di apertura, con particolare attenzione anche alle soluzioni su misura.

Armadi su misura cromatiDi pari passo l’estetica si è arricchita di nuove finiture che ampliano l’offerta già esistente e che si inseriscono in una nuova visione degli ambienti, dove un filo conduttore stilistico accomuna zona giorno e zona notte.

La scelta dell’armadio è infatti guidata da sue criteri: estetica e funzionalità. Infatti, se davanti all’apertura ci sono almeno 70-80 cm liberi, va scartata l’anta battente a favore di quella scorrevole o a libro, a sua volta indicata per le soluzioni ad angolo. La qualità ed il tipo di cerniere influiscono invece sulla stabilità della struttura, in alcuni sistemi sono presenti fino a cinque cerniere per anta con sistema decelerante: una soluzione che aumenta la robustezza e la maneggevolezza del pannello e rende il movimento più guidato, preciso e silenzioso.

Leggi anche:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento