Casa Galleggiante, Casa che si Solleva

Ci trasferiamo in uno scenario tra natura e cultura, dove architetti, artisti ed univirsità collaborano nel migliore dei modi al fine di ottenere il concetto dell’abitare green.

Quella che stiamo vivendo è la fine di un’epoca dominata dal petrolio per entrare in una nuova epoca “culture, nature, green ethics, habitat, environmente”, ovvero tra le possibili ibridazioni tra cultura e natura, attraverso le immense opere che si articolano attorno alle principali tematiche dell’ambiente sostenibile. Il filo conduttore è quello della moderna fabbricazione: standardizzazione degli elementi, modularità,possibilità di ampliamento e carattere sperimentale che rappresentano alcuni degli elementi peculiari del progetto galleggiante di casa in alluminio.

Smontabile e da assemblare, la “kit-house”, è pensata come abitazione di emergenza, oppure per la vacanza; diversamente è ideata come soluzione alla problematica dell’alloggio sociale la “casa che si solleva”, un metodo di costruzione basato a impatto ambientale che permette di realizzare a terra l’intera struttura portante dell’edificio.

Tecnologie innovative anche per il pannello sandwichh eseguito con l’impiego di plastiche miste provenienti dalla raccolta differenziata. Esiste già un prototipo di facciata ventilata prodotta in via sperimentale con questo sistema. Costruire sostenibile significa anche riportare la tecnologia a confrontarsi con i vincoli e le potenzialità dell’ ambiente naturale, che così diventa risorsa.

Tra le varie proposte ed iniziative, rientrano anche modelli abitativi, tra cui un rinnovato Environment Park, un parco scientifico dedicato alla ricerca, con oltre 30mila metri quadrati di uffici e laboratori con coperture trasformate in giardino pubblico che, insieme al parco, raggiungono i 7 ettari di verde. Ambiente e benessere, sono infatti le parole chiave dei progetti che si ispirano anche alle affascinanti formazioni minerali, come petali, che compongono le facciate a copertura e che racchiudono al loro interno un bocciolo, ovvero un insieme di ambienti protetti destinati al relax ed al benessere, rigorosamente in armonia con la natura.

Anche gli arredi nascono da materiali tradizionali usati però in maniera particolarmente innovativa, ma anche accessori di uso quotidiano inaspettati; sono molti infatti i progetti dedicati al tema del riuso e del riciclo.

New York conosce bene questa realtà, infatti, dove correvano i treni sopraelevati ora c’è un parco che attraversa fra i piu’ dinamici distretti di Manhattan, la High Line, un esempio di integrazione tra metropoli e natura reso proprio possibile dai cittadini di New York, e questo significa, che “questo”, molto presto diverrà la realtà futura, e speriamo non troppo futura, di tutti noi.

Leggi anche:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento