La Casa Intelligente

L’automatismo domotico è la chiave d’accesso per la casa del futuro; le abitazioni di domani dialogheranno con i propri ospiti, apprendendone le abitudini, addirittura codificando in algoritmi matematici gli ordini impartiti dal padrone di casa, bello, entusiasmante o terrificante? Dipende.

A confermare quanto riportato, è il progetto Neftih2 (Nex energy for tomorrow intellegent house) un sistema domestico ideato dall’ Istituto di tecnologie avanzate per l’energia). In sintesi, la nuova “casa amica” produrrà da sè tutta l’energia di cui ha bisogno, inoltre sarà in grado di segnalare ogni deficit di funzionamanto. Sarà dotata di sensori elettronici per il controllo degli interni ed il monitoraggio automatico dell’ambiente esterno.

Altra novità il Touch-screen e riconoscimento vocale che renderanno piu’ agevoli i servizi di casa, come le luci, allarmi, riscaldamento,elettrodomestici. Inoltre saranno installati pannelli fotovoltaici, batterie ad idrogeno e celle a combustibile che ottimizzeranno il consumo energetico, indirizzando il superplus esternamente e mantenendone sempre attiva una riserva.

La conclusione è molto semplice: da una parte l’energia verrà immagazzinata senza essere sprecata inutilmente per l’uso improprio di elettrodomestici, e nel caso in cui la richiesta di energia fosse piu’ alta, il sistema darà in grado di prelevare dalla rete esterna il fabbisogno non soddisfatto.

Ecco un esempio pratico: la lavatrice di un’eco-casa intelligente funzionerà solo quando i pannelli solari indicheranno il massimo rendimento energetico, riducendo la produzione di anidride carbonica ed il rischio blackout.

Questo della “casa intelligente” è un progetto che non proprio a tutti piace, a qualcuno diversamente spaventa, sembra ancora qualcosa di fantascientifico, in realtà, ci stiamo avvicinando moltissimo, ogni giorno, verso un discorso ecologico, senza nemmeno che ce ne accorgiamo, questo perchè avvicinarci alla natura, al benessere, ci porta anche ad uno stadio di relax, cui il nostro corpo e la nostra mente si abitua naturalmente, bene quindi abbracciare l’idea che questo è il futuro dell’uomo.

Leggi anche:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento