Posa pavimenti: guida al fai-da-te

Un passo davvero importante per l’ottima riuscita della nostra pavimentazione e del nostro rivestimento è la posa in generale dei materiali, qui in particolar modo tratteremo della posa pavimenti.

Leggete attentamente questa guida informativa sulle tecniche più comuni della posa pavimenti fai-da-te e seguite i nostri consigli perché la posa pavimenti sia davvero un gioco da ragazzi!

Posa pavimenti: tutto ciò che occorre sapere

Posa_pavimenti_tecniche

La posa pavimenti, infatti, rappresenta quel procedimento mediante il quale le piastrelle ceramiche vengono fissate ai pavimenti e anche ai muri.

Si tratta della stessa tecnica ma con accorgimenti diversi.

E’ di enorme importanza quindi, che la posa pavimenti venga effettuata con molta precisione per avere un ottimo risultato sia dal punto di vista estetico che da un punto di vista prettamente funzionale e pratico.

Per avere un buon pavimento c’è bisogno di valutare un insieme di fattori che vanno dalla qualità delle piastrelle, ai materiali, agli abbinamenti fino a toccare un giusto sottofondo, uno strato legante, i giunti di dilatazione, e tanto altro!

Questa è la fase in cui entra in gioco la capacità di saper combinare estetica e tecnica. La manualità vi aiuterà molto per le operazioni di fai-da-te della posa pavimenti e, in più, occorrerà tanta attenzione e fantasia affinché il lavoro risulti originale e ben fatto!

A questo proposito, pensate che, grandi arredatori, famosi architetti e gli stessi posatori devono essere sempre in grado di elaborare un progetto che contenga regole idonee a soddisfare pienamente sia l’aspetto estetico che quello funzionale per la corretta installazione delle piastrelle (muri e pavimento).

Le scelte cromatiche e gli schemi di posa devono comunque tener conto di svariati fattori quali le dimensioni che offre l’ambiente in questione (altezza, illuminazione naturale e artificiale), e poi lo stile e lo schema di posa scelto; ed è comunque compito del progettista stabilire il corretto modo per applicare le piastrelle.

L’abilità e la professionalità comunque permetteranno di stabilire la giusta ampiezza delle fughe e la migliore tecnica di posa. Entriamo più nel dettaglio conoscendo le tecniche di posa pavimenti.

Per il fissaggio al supporto vengono utilizzati due metodi: la posa pavimenti a malta e la posa pavimenti a colla.

Nella posa pavimenti a malta cementizia vengono utilizzate miscele  di cemento, sabbia e acqua; invece, la posa pavimenti a colla è sicuramente quella più raffinata e precisa.

Gli adesivi da utilizzare per la posa possono essere o a base cementizia o a base organica

Le tecniche di posa pavimenti più comuni invece sono: posa pavimenti dritta, posa pavimenti in diagonale, posa pavimenti a correre, posa pavimenti a lisca di pesce, posa pavimenti in diagonale con tozzetto.

Occhio, quindi, alla posa pavimenti giusta allora! Seguite questa pratica guida al fai-da-te per una posa pavimenti perfetta che completi il vostro arredo casa!

Posa pavimenti: guida alle tecniche giuste

Posare le piastrelle è un procedimento usato per fissarle ai muri o ai pavimenti; è un procedimento che va eseguito con la massima cura ed attenzione, perché non si tratta solo di un vantaggio funzionale, ma indubbiamente estetico.

Posa pavimenti design

Le operazioni di posa pavimenti sono importanti tanto quanto la scelta stessa delle piastrelle e la buona riuscita del lavoro dipende anche dalla qualità delle piastrelle scelte e da diversi componenti.

Gli elementi quali: il sottofondo, il strato legante e i giunti di dilatazione sono altrettanto importanti per completare il lavoro.

La posa delle piastrelle può essere considerata una specie di “gioco di squadra”, ovvero, architetti, arredatori, posatori e consumatori, devono conferire in merito all’aspetto, in funzione del pavimento o delle pareti.

se da un lato occorre considerare il gusto estetico del fruitore, dall’altro è sempre necessario valutare le condizioni strutturali della parete o del pavimento da rivestire perché il lavoro sia effettuato nei migliori dei modi e duri nel tempo.

Una figura perno in questo lavoro è proprio quella del progettista.

Il progettista, è colui che ha il compito di stabilire il modo corretto in cui vanno applicate le piastrelle; elementi come le scelte cromatiche e gli schemi di posa, devono tenere conto di vari fattori come altezza, illuminazione naturale o artificiale, stile, evidenziando che le variazioni degli schemi possono derivare da effetti ottici a cui l’occhio umano non è abituato.

Il nero ed i colori scuri riducono lo spazio, perché assorbono la luce, il bianco e i colori chiari, diversamente lo diffondono, lo allargano, le linee verticali lo spazio lo allungano, mentre quelle orizzontali lo allargano, le quadrettate inoltre, lo allungano e allargano.

Quando si elabora un progetto, si studiano le caratteristiche della superficie da piastrellare e le tecniche di posa da utilizzare come lo stato della superficie, il comportamento dilato-metrico, il modulo di elasticità e dimensionamento, la composizione della struttura e la geometria della superficie da rivestire.

Nella posa pavimenti a malta, ad esempio, vengono utilizzate miscele di cemento e calce, sabbia e acqua, la malta applicata in strato spesso forma una buona resistenza meccanica, resistenza al gelo e all’attacco chimico.

La posa pavimenti a colla invece, più raffinata e precisa, è anche più costosa. Oltre alla posa dritta e diagonale, che permette di mascherare eventuali irregolarità delle pareti, esistono altri tipi di posa, ovvero, posa a correre, per attenuare le differenze di planarità, posa pavimenti a lisca di pesce e posa pavimenti diagonale con tozzetto.

Posa pavimenti cucina: consigli utili

La cucina non è più un luogo “classico” dove si prepara solo da mangiare. Può anche essere un luogo in cui puoi mostrare la tutta la vostra originalità e sbizzarrirvi con la fantasia.

Ovviamente non tutti vorrebbero esagerare. Infatti, s potrebbe semplicemente pensare a “salutare” le piastrelle per dare vita ad un nuovo stile… utilizzando i pannelli aerografati.

Anche la posa dei pannelli in cucina necessita di piccoli accorgimenti utili perché sia fatta a regola d’arte e non dia problemi successivamente!

oltre a valutare il gusto estetico dei pannelli occorre sempre tener d’occhio i materiali da utilizzare perché il lavoro sia svolto a regola d’arte e non escano fuori problemi strutturali successivi alla posa!

Posa pavimenti e pannelli aerografati CoolorsSe, appunto, non vi piacciono le cucine monotone e spente, ma non volete nemmeno esagerare con le decorazioni e, non pensate che la vostra casa diventi troppo “stramba”… perché continuare a pensare che un cambiamento alle pareti non possa bastare?

Anche solo in una piccola parte. Soprattutto quando le piastrelle stanno diventando tristi insieme alla vostra cucina, ormai vecchia e usata, che ne dite di scegliere un disegno particolare o parli del vostro carattere… che ravvivi nel contempo un ambiente in maniera originale?

I pannelli aerografati sono degli “accessori” molto originali che diventano delle ottime e potenziali soluzioni. Potreste anche definirli dei complementi d’arredo perché alla fine è questo quello che diventano e quello che fanno, dando un tocco di particolarità in più ad una stanza dove serviva seriamente un cambiamento simile.

Si tratta di una soluzione molto facile che potrai trovare soprattutto online.

Questi pannelli aerografati sono fatti in alluminio, quindi sono resistenti e potrete benissimo lavarli. A prima vista potrebbero sembrare dei quadri ma, in realtà, sono tutt’altro: svolgono la stessa funzione delle piastrelle e le coprono… se è il caso!

Non sono dei complementi d’arredo difficili da montare nella tua cucina e creeranno davvero un effetto unico e speciale.

L’azienda che li ha ideati è la Coolors e, grazie ad essi, sta riscuotendo molto successo e lanciando una nuova moda! Tanto che a vedere i pannelli aerografati, anche solo in foto, avrai voglia di averne qualcuno anche tu!

Naturalmente, potrete optare per questa soluzione anche per quanto riguarda le altre stanze! Infatti, potreste studiare un posto adeguato anche nella vostra camera da letto, nel salotto, nel corridoio… In questo modo potrete evitare la carta da parati che potrebbe invecchiare, ammuffirsi e darti tanti altri problemi.

Potrete scegliere tra diverse immagini e colorazioni. Le raffigurazioni tra cui potrete decidere sono davvero tante ed avrete davvero tantissima scelta: dalle decorazioni floreali agli sfondi con panorami di città importanti, da fantasie moderne a  personaggi famosi di un tempo…

Insomma qualsiasi decoro è adesso alla vostra portata ! Molte donne scelgono Marylin Monroe e molte i fiori. I più giovani scelgono New York e/o Parigi, per non dimenticarsi dei loro sogni.

Se pensate di esservi stufato/a delle solite piastrelle, potrete effettuare questo piccolo cambiamento di cui sarete soddisfatti al 100% e otterrete un risultato ancora più originale!

Collegandovi al sito dell’azienda descritta sopra, potrete trovare tante bellissime soluzioni e idee personalizzabili che potranno fare al caso vostro e rispecchiare, quindi la vostra personalità.

Inoltre, potrete trovare tantissime altre soluzioni (oltre a quella dei pannelli aerografati) che potranno ringiovanire la vostra casa, conferire un tocco originale e ricercato e, migliorare il vostro umore.

Magari, partendo proprio dalla cucina, vi verranno in mente altre idee da poter realizzare nella posa pavimenti dei restanti ambienti della vostra abitazione!

L’importante è provare a dare un’occhiata, poi saprete qual è la scelta più adatta alle vostre esigenze e al vostro stile di vita!

Niente più cucine noiose e classiche piastrelle, la posa pavimenti e di piastrelle arriva in vostro soccorso per effettuare un cambiamento radicale senza spendere troppo perché il fai-da-te vi permetterà di risparmiare e di avere sempre una casa originale!

Provare per credere!

 

Leggi anche:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento