Serramenti in alluminio: sicurezza e isolamento termico

I serramenti in alluminio a taglio termico garantiscono l’unione di tecnologia ed innovazione per serramenti unici, isolanti e economicamente convenienti.

Questa guida vi aiuterà a scoprire tutto sui serramenti in alluminio.

Serramenti in alluminio a  taglio termico

L’alluminio è molto utilizzato nella costruzione dei serramenti. La lavorabilità del materiale, la durata, la robustezza, la leggerezza, l’assenza di manutenzione, sono le principali caratteristiche di questo materiale. Però l’alluminio è anche un ottimo conduttore termico ed è proprio questo il punto a sfavore per questo tipo d’applicazione.

Serramenti in alluminio

Immaginiamo una stanza ben riscaldata, chiusa da una finestra con profilo serramenti in alluminio, ed una temperatura esterna di molti gradi inferiore a quella presente nella stanza.

L’allumino in questo caso, instaura un flusso termico contribuendo al trasferimento del calore dall’ambiente interno e quello esterno. Questo effetto è detto comunemente ponte termico. Maggiore è la differenza di temperatura tra i due ambienti, maggiore sarà la quantità e la velocità del calore, nell’unità di tempo, trasferita all’ambiente esterno.

Questo significa che parte del calore generato dal nostro impianto di riscaldamento andrà perso.

Per ridurre l’effetto ponte, è stato creato un profilo di serramenti in alluminio particolare. Visto in sezione esso presenta al suo interno due anime in plastica, denominata poliammide.

In pratica le due facciate sono meccanicamente unite dalle barrette di poliammide che interrompe la continuità della struttura di alluminio. Questa soluzione è definita, taglio termico proprio perché la conducibilità termica e il rispettivo flusso viene interrotto,  ”tagliato” da questo materiale termoisolante.

Bisogna ricordare che l’isolamento termico con serramenti in alluminio, non ha stagione, quindi come è vero che in inverno avremo una minore dispersione di calore verso l’esterno, in estate otterremo una temperatura interna meno influenzata dal calore esterno.

Il vetro diventa una componente importante negli infissi in alluminio a taglio termico. Esso, non deve essere più solamente a camera d’aria, ma possibilmente basso-emissivo che ne aumenta le prestazioni di tenuta.

La canalina del vetro camera deve sempre contenere dei sali che assorbono l’umidità interna della camera tra i due vetri evitandone la formazione di condensa. Il bordo è completamente sigillato con una colla a caldo.

La camera interna del vetro camera basso-emissivo, può contenere normalissima aria, ma sempre più diffusa è l’immissione di gas argon che contribuisce ulteriormente all’aumento dell’isolamento termico dei serramenti in alluminio.

Serramenti in alluminio esterni

Le finestre a taglio termico assicurano un notevole risparmio energetico. Questa funzione principale è garantita dalla presenza di un materiale speciale termoisolante, posto fra la parte interna e quella esterna dell’infisso. In tal modo è possibile ridurre al minimo la dispersione di calore.

Inoltre, affidatevi ad aziende produttrici di serramenti in alluminio che lavorano nel rispetto dell’ambiente e che si occupano della produzione di finestre a taglio termico. Il risparmio energetico è un tema che, al giorno d’oggi è sempre d’attualità nel mondo.

Quindi, è necessario che tutte le aziende produttrici di serramenti facciano del risparmio energetico il loro obiettivo primario, progettando e realizzando infissi ad alta tenuta termica, che permettono di risparmiare energia e denaro, guadagnando in termini di qualità della vita.

Le finestre a taglio termico, inoltre, rappresentano un tipico prodotto ecologico perché permette di mantenere il calore accumulato all’interno dell’edificio e di non disperderlo. Le finestre a taglio termico garantiscono qualità e durata nel tempo, grazie a un’attenta lavorazione e a un costante rispetto degli standard di qualità, sia nella fase produttiva che in quella della posa in opera.

Grazie a studi accurati sui serramenti in alluminio, unendo la tecnologia e i materiali usuali, molte aziende specializzate nella produzione di serramenti hanno pensato di introdurre un binomio che oggi risulta essere vincente: si tratta dell’accoppiamento alluminio-legno e, hanno brevettato così un sistema dalle caratteristiche innovative sia per quanto riguarda l’isolamento che la sicurezza delle abitazioni.

Si è reso possibile quindi accoppiare al serramento esterno d’alluminio la parte interna anch’essa in alluminio o in diverse essenze e tinte di legno. Le aziende produttrici di serramenti propongono, inoltre, una ulteriore innovazione: il materiale composito detto Fibex come corpo isolante centrale del serramento, introducendo l’esclusivo sistema che raggiunge livelli unici in termini di isolamento e prestazioni tecniche. Il Fibex rappresenta una innovativa soluzione è caratterizzata da un corpo portante in Fibex che ne garantisce le proprietà di resistenza ed isolamento e da una parte interna in legno o in alluminio.

Serramenti in alluminio e legno a taglio termico

Questi serramenti in alluminio e legno a taglio termico, rappresentano un’accoppiata di valore grazie alla combinazione del piacevole calore che solo il legno sa trasmettere all’interno dell’abitazione, con la forza e la resistenza dell’alluminio esterno.

La finitura esterna in alluminio è realizzabile in qualsiasi tonalità o decorazione per simulare il design interno del legno. Per l’estrema cura dei particolari e per la loro eleganza, questi serramenti, massima espressione tecnologica e veri e propri elementi d’arredo, rappresentano la scelta ideale per gli ambienti più prestigiosi.

È possibile scegliere anche porte e finestre realizzate interamente in alluminio a taglio termico. Si tratta di serramenti che sono stati realizzati con profilati estrusi in lega di alluminio collegati meccanicamente e separati termicamente. Inoltre, sempre a questo proposito, è possibile realizzare strutture di qualsiasi dimensione, inalterabili nel tempo grazie all’ottima stabilità e all’inattaccabilità dagli agenti atmosferici.

Serramenti in alluminio interni

Riguardo la gamma di tipologie presenti oggi sul mercato dei serramenti in legno ed alluminio, è disponibile un’ampia scelta di finestre e portefinestre a battente ad una o più ante apribili a seconda delle esigenze architettoniche e delle dimensioni del “vano”.

Su ogni finestra, sia in alluminio-legno che in alluminio, viene montato di serie il meccanismo di apertura ad anta-ribalta con sistema di aerazione controllata. Si tratta sempre di tenere presente uno scontro inferiore in acciaio temperato per garantire di serie un primo livello di sicurezza. Le ante secondarie sono dotate di asta a leva.

Tutti i serramenti in alluminio sono corredati dalla relativa ferramenta di serie della migliore qualità completa di ogni componente e accessorio per garantire le massime prestazioni di tenuta.

Il cliente è libero di scegliere l’accessorio che più fa al caso suo e, potrà districarsi tra un’offerta infinita di: porte maggiorate con serratura, portoncini dotati di un ulteriore grado di sicurezza, cerniere maggiorate e la predisposizione per il montaggio di svariati tipi di pannelli lavorati; finestre e porte scorrevoli traslanti; strutture scorrevoli alzanti e, finestre a bilico orizzontale o verticale.

Insomma, la vasta scelta è data dalla professionalità dell’aziende produttrici che si sono specializzate sempre più per rispondere anche alle esigenze di una clientela sempre più particolareggiata.

Le serie dei profili si differenziano per le diverse prestazioni di isolamento termico ed acustico e per i molteplici rivestimenti interni ed esterni che permettono la personalizzazione di serramenti in alluminio.

Serramenti in alluminio: pregi e difetti

L’alluminio è  un materiale dalle ottime caratteristiche di resistenza meccanica e tenuta nel tempo agli agenti atmosferici. Purtroppo però, non si può dire la stessa cosa per quanto riguarda la conducibilità termica, molto elevata, a discapito dell’isolamento termico. Il valore di conducibilità termica dell’alluminio è molto elevata, circa 200 W/mK, motivo per cui negli anni si è passati da profili freddi ai cosiddetti profili a taglio termico, in cui il profilo in alluminio è suddiviso tra interno ed esterno mediante l’interposizione di poliammide, materiale con conducibilità termica ridotta di circa 0,3 W/mK.

Serramenti in alluminio bianchi

Questo processo ha ridotto notevolmente i valori di trasmittanza termica del telaio in alluminio, passando dai 7 W/m2K a valori prossimi, o addirittura inferiori a 2,0 W/m2K. Nonostante questi accorgimenti però, il valore di trasmittanza di un telaio in alluminio, resta comunque alto rispetto ad altri prodotti, a meno che non si scelgano sezioni importanti.

Occorre avanzare una piccola precisazione, la differenza tra un profilo con sezione da 65 mm e uno da 75 mm è solo nello spessore della poliammide…Per il resto, la parte in alluminio, resta la stessa. Il fatto di avere valori di trasmittanza termica piuttosto elevati non spaventa affatto i produttori, e sono convinto che a breve troveremo in commercio serramenti in alluminio a taglio termico con valori prossimi a quelli di un telaio in PVC da 70 mm, seppure con spessori maggiorati di 90 mm.

Serramenti in alluminio: caratteristiche tecnico-prestazionali 

Le caratteristiche tecnico-prestazionali di finestre e portefinestre sono regolate dalla norma UNI EN 14351-1:2006 che stabilisce le modalità e le procedure per l’apposizione della marcatura CE. Quindi, quando acquistate serramenti in alluminio, accertatevi che l’azienda produttrice garantisca la certificazione suddetta per la vostra sicurezza e per installare degli infissi di qualità garantita.

Le caratteristiche generali di infissi o serramenti in alluminio sono i seguenti: resistenza meccanica e stabilità, sicurezza in caso di incendio, igiene, salute e ambiente, sicurezza all’impiego, protezione contro il rumore, risparmio energetico e isolamento termico.

A parte queste caratteristiche generali, occorre aggiungerne delle altre peculiari che riguardano: la permeabilità all’aria, la tenuta all’acqua, la resistenza al carico di vento, l’isolamento termico e l’isolamento acustico.

La resistenza al carico del vento di un infisso indica quant’è la sua capacità di resistere a forti pressioni o depressioni, mantenendo una deformazione ammissibile, conservando le sue proprietà e assicurando l’incolumità  dell’utilizzatore.

I serramenti in alluminio possono essere certificati in cinque classi per la pressione al vento e tre per la freccia relativa frontale.

La permeabilità all’aria dei serramenti si misura con classi da 1 a 4, dove la classe 4 è la migliore e corrisponde ad una pressione dell’aria di 600 Pascal (in laboratorio il vento si fa soffiare a 112 km/h e l’assenza di spifferi è quasi totale). E’ la caratteristica di una finestra chiusa di lasciare filtrare aria nel caso di una differenza di pressione tra interno ed esterno. Per un completo isolamento è necessaria l’assenza di fessure e spifferi per ottenere un edificio energeticamente efficiente. Questo evita l’ingresso del freddo (e dei rumori) e impedisce all’aria calda interna (umida) di condensare negli interstizi generando muffe.

La tenuta all’acqua è la capacità dei serramenti di impedire infiltrazioni d’acqua se sottoposti ad una differenza di pressione tra interno ed esterno. La classe migliore di resistenza è la 9 A per la quale possiamo certificare un serramento che resiste ed impedisce infiltrazioni di acqua fino alla velocità del vento di 600 Pa (circa 110 Km/h).

Per isolamento termico si intende la capacità di ridurre la trasmissione di calore (energia termica) da un determinato ambiente. Il calore si trasmette attraverso tre meccanismi: conduzione, convezione e irraggiamento; in tutti i casi la trasmissione avviene sempre dall’ambiente caldo all’ambiente freddo.

Attraverso il calcolo della trasmittanza termica (che è il flusso  di calore espresso in Watt che passa attraverso 1 m2 di parete nell’unità di tempo per ogni grado Kelvin di differenza di temperatura fra due superfici) è possibile classificare ogni componente edilizio indicandone un valore caratteristico U.

Serramenti in alluminio finestre

La prestazione acustica di un serramento dipende sostanzialmente dal tipo di materiale impiegato, dalla tipologia di vetro e dalle guarnizioni utilizzate. Le certificazioni CE impongono il rispetto di determinati requisiti acustici nella progettazione degli edifici e dei loro componenti e degli impianti tecnologici.

Quindi la scelta dell’elemento infisso deve essere coerente con la necessità di ottenere in facciata un valore compressivo di isolamento acustico. Infatti questo valore è direttamente correlato alla superficie e alle caratteristiche dei singoli componenti costruttivi e alla loro forma e distribuzione.  Per questo, l’isolamento acustico standardizzato di facciata indica il valore complessivo di tutti gli elementi costruttivi, è direttamente correlato alla superficie e alle caratteristiche dei singoli elementi e alla loro forma e distribuzione.

Inoltre, il potere fonoisolante di un serramento esterno dipende dal tipo e dallo spessore del vetro, dal telaio e dalle modalità di connessione (giunti tra vetro e telaio e giunti tra telaio e muro). Possiamo dire quindi che una corretta posa in opera contribuisce all’aumento dell’abbattimento acustico e quindi determina un alto potere fonoisolante.

 Serramenti in alluminio o in PVC?

​È possibile comparare le caratteristiche dei serramenti in PVC e dei serramenti in alluminio partendo dal presupposto che si prendano in considerazione infissi con lo stesso spessore sui quali sia montata la stessa tipologia di vetro.

Le caratteristiche del PVC più apprezzate sono sicuramente quelle relative alla capacità di isolamento dell’interno dall’esterno. In termini di isolamento acustico il serramento in PVC garantisce performance migliori rispetto al serramento in alluminio in quanto presenta proprietà fonoisolanti che abbattono l’intensità del rumore proveniente dall’esterno o dall’interno.

L’alluminio non ha la stessa capacità isolante del PVC. L’alluminio ha valori di trasmittanza (passaggio del flusso di calore) molto più elevati rispetto a quelli del PVC. Possiamo affermare che gli infissi in PVC presentano capacità di isolamento termico migliori degli infissi in alluminio anche di quelli realizzati con taglio termico. Maggiore isolamento termico significa maggiore efficienza energetica, minore consumo e quindi risparmio economico per quanto riguarda le spese energetiche.

Il rapporto tra qualità e prezzo tra i serramenti i PVC e quelli in alluminio è a favore dei primi. Utilizzando come punto di partenza del confronto la premessa fatta all’inizio e confrontando quindi due serramenti con ugual spessore dei profili e che montano lo stesso vetro, il serramento in PVC oltre a garantire migliori performance acustiche e termiche, risulta anche più coveniente all’acquisto.

Serramenti in alluminio porte-finestre

Grazie a ricerca e sviluppo negli ultimi anni i serramenti in PVC hanno raggiunto livelli di finitura e design molto elevati. Anche i serramenti in alluminio si sono adeguati alle tendenze del mercato, ma con il risultato di aumentare i prezzi di vendita per via delle lavorazioni aggiuntive assai più costose.

Dal punto di vista della manutenzione abbiamo una situazione di parità, nessuno dei due materiali risente infatti dall’attacco degli agenti atmosferici o chimici ed entrambi non necessitano quindi di manutenzione.

Anche per la durata il risultato è uguale, entrambe le soluzioni garantiscono il massimo della longevità per il loro utilizzo.

Serramenti in allumino o PVC? Tiriamo le somme

Dopo aver passato in breve rassegna le differenze tra alluminio e PVC, cerchiamo di tirare le somme. Il PVC permette di realizzare infissi in PVC così belli che diventano dei veri e propri complementi d’arredo. L’ottimo livello di isolamento termoacustico, l’economicità e l’estrema facilità di pulizia rendono le finestre in PVC tra le più amate. Se volete conoscere qualcosa in più sulle differenze tra alluminio e PVC, basta consultare questo articolo e approfondirete anche la qualità delle finestre in PVC per decidere con cognizione di causa.

Serramenti in alluminio: punti di forza 

La finestra è un elemento in grado di interpretare al meglio le esigenze dell’abitare contemporaneo. Essa non è più solo una parte funzionale dell’involucro edilizio che deve garantire elevate prestazioni energetiche, ma diventa anche un importante elemento d’arredo che arricchisce la casa, dentro e fuori. Dentro, abbinandosi perfettamente allo stile dell’arredamento, e fuori, adattandosi all’architettura dell’edificio. Linee estetiche, colorazioni, forme e tipologie che, mescolandosi, danno un componente, la finestra, capace di rappresentare e interpretare alla perfezione le esigenze della vostra casa.

L’alluminio è un metallo color bianco-argento. È leggero ma resistente, duttile e malleabile. In natura si trova sempre combinato con altri elementi ed è presente in numerosi minerali. La sua facile lavorabilità consente di curvarlo, piegarlo, formarlo e colorarlo come più si desidera. Si tratta, quindi, di un materiale molto versatile e facilmente adattabile a svariate linee architettoniche.

Qualunque sia lo stile della vostra casa, classico o moderno, etnico o hi-tech, una finestra in alluminio può valorizzarlo. Inoltre, potete utilizzare questo metallo così resistente in ogni contesto ambientale: che la vostra casa si trovi al mare, in campagna o in montagna, in città o in periferia, alla vostra finestra in alluminio potete chiedere il massimo del design, le migliori prestazioni e comfort assoluto.

Leggi anche:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento