Stufe a pellet senza canna fumaria: linee guida

Le stufe a pellet senza canna fumaria sono i modelli di stufe di nuova generazione che apportano un’innovazione in più al vostro arredo! Leggete attentamente!

Cosa vuol dire il termine stufe a pellet senza canna fumaria? Si tratta di un sistema di riscaldamento che non necessita di scarico per l’evacuazione dei fumi? Quanto è sicuro un modello tra le diverse stufe senza canna fumaria?

Le stufe senza canna fumaria esistono davvero? Quali sono i vantaggi di sceglierle?

Attraverso questo articolo possiamo chiarirvi cosa s’intende per stufa senza canna fumaria e come si esprime la normativa vigente in merito a questioni legate alla sicurezza.

Stufe a pellet senza canna fumaria: componenti

Per canna fumaria si può intendere il camino che porta i fumi al colmo del tetto mentre per canale fumi invece l’insieme delle componenti in metallo che partono dall’apparecchio e arrivano al colmo del tetto o alla canna fumaria. Dopo questa breve precisazione vi chiariamo che installare una stufa a pellet senza un adeguato scarico oltre ad essere contro le normative vigenti è anche impossibile per il corretto funzionamento della stufa e la sicurezza.

Stufe a pellet senza canna fumaria

Particolare importanza assume la nuova Normativa UNI 10683, la quale sancisce il divieto di installare canne fumarie o condotti a parete, (consentito fino all’ottobre 2012) ma si fa l’obbligo di scarico fumi a tetto: ciò significa che anche nell’installazione di una stufa senza canna fumaria, ovvero con un tubo di 8 cm con fungo terminale, è necessario richiedere l’intervento di tecnici fumisti esperti e abilitati in grado di installare la vostra tipologia di stufa senza canna fumaria in piena sicurezza, nel rispetto delle normative vigenti e in grado di rilasciarvi la certificazione dell’impianto che, ricordate, è obbligatorio rilasciare.

Stufe a pellet senza canna fumaria: dettagli

Spesso la stessa terminologia dei modelli di STUFE SENZA CANNA FUMARIA può creare confusione e si può pensare che realmente questa tipologia di stufa non abbia un sistema di evacuazione fumi e questo è IMPOSSIBILE, in quanto esiste una combustione e questa genera dei fumi che devono essere espulsi.

Altra informazione di rilievo è il fatto che i tubi utilizzati devono essere certificati e idonei all’evacuazione dei fumi del prodotto utilizzato.

Stufe a pellet senza canna fumaria modelli Un’altra nota da sottolineare è l’idea sbagliata che si è diffusa riguardo alla possibilità di scarico a parete di stufe e caldaie a pellet. Tale convinzione è errata per vari motivi.

Questo tipo di installazione non è a norma di legge, c’è una resa inferiore del prodotto, ovvero a parità di consumi si ottengono risultati peggiori, la facciata dell’edificio dove arriva la canna fumaria si sporca di fuliggine, c’è il rischio di ritorni di fumo in caso di malfunzionamento del motore fumi o la mancanza di corrente elettrica.

Capita spesso su internet di imbattersi in stufe o caldaie a pellet ingannevolmente pubblicizzate come “senza canna fumaria”, questo significa che non è obbligatorio avere una canna fumaria già esistente ma che la si può creare appositi tubi certificati secondo le norme.

Solitamente il diametro dei tubi fumo per le stufe a pellet è 80mm o 100mm a seconda delle potenze, sul mercato italiano esistono molti produttori di qualità. Detto questo, si consiglia sempre di far installare la stufa o la caldaia a pellet da tecnico abilitato che vi saprà consigliare nel migliore dei modi un lavoro di qualità e certificato.

Stufe a pellet senza canna fumaria design

Stufe a pellet senza canna fumaria: pro e contro

Le stufe a pellet senza canna fumaria sono la soluzione ottimale per coloro che non possono installare una canna fumaria nella propria casa, ma che non intendono rinunciare ai vantaggi del riscaldamento tradizionale di una stufa eco-sostenibile, dai bassi consumi e costi contenuti.

Prima di prendere qualsiasi iniziativa: chiedete sempre l’aiuto di un tecnico fumista specializzato e autorizzato che vi informi dettagliatamente, prima di procedere con acquisti e decidere quale sia l’impianto più adatto alle vostre esigenze e come potete essere a norma soprattutto. Non utilizzate soluzioni fai da te, è illegale oltre che pericoloso!

Le stufe a pellet senza canna fumaria rappresentano una valida soluzione per quanti non dispongono della possibilità di installazione di una canna fumaria, ma non intendono rinunciare ai vantaggi di una stufa di qualità per il riscaldamento della propria abitazione. Anche in assenza di un condotto fumario è possibile installare una stufa a pellet con scarico forzato, a parete (nel rispetto delle normative vigenti in materia di scarico fumi), mentre per la funzionalità e il design, la stufa a pellet dimostra gli stessi requisiti del suo genere.

La stufa a pellet senza canna fumaria si presenta come un impianto di riscaldamento all’avanguardia nel settore del riscaldamento ecologico, ideale per chi abita in appartamento, condominio o in abitazioni in cui non è possibile fruire del condotto fumario o semplicemente si sceglie un’installazione celere priva di opere edilizie.

Stufe a pellet senza canna fumaria moderne

In commercio, è la soluzione di stufa più richiesta per la caratteristica che ha fatto nascere il suo successo, anzi, la caratteristica che non ha: la canna fumaria.

Questa tipologia di stufa, infatti, per funzionare correttamente, non necessita dell’installazione di una canna fumaria e, per questo motivo, è l’unica scelta possibile per chi abita in un appartamento o condominio e non ha la possibilità di installarla, oltre a non avere lo spazio per far passare i tubi di scarico.

Si sostiene inoltre, che oltre all’assenza della canna fumaria, la stufa non produce fumo, per cui ideale anche per gli spazi più ristretti.

Stufe a pellet senza canna fumaria: funzionamento

Le stufa a pellet senza canna fumaria funzionano per tiraggio forzato, in quanto i fumi di combustione vengono espulsi da un ventilatore elettrico, tenendo presente che i fumi posso raggiungere temperature di 200/300 °C e per quanto ecologici devono essere dispersi senza creare danni a cose e persone. Per installare lo scarico al di fuori di una parete è necessario considerare le norme edilizie e sanitarie che impongono lo scarico dei fumi oltre il tetto.

Consideriamo, inoltre che la stufa a pellet non funziona senza elettricità e nel caso di black out la camera potrebbe essere invasa dal fumo che fuoriesce anche dallo sportello: norme di sicurezza prevedono l’installazione di un piccolo condotto o comignolo atto a creare il tiraggio naturale, tipico di un caminetto, che renderà indipendente il vostro impianto di riscaldamento.

Per questo motivo, prima di progettare l’installazione di una stufa a pellet senza canna fumaria, assicuratevi che il modello preveda la funzionalità di questa proposta e in caso negativo optate per l’installazione del piccolo comignolo che nel caso di necessità vi offre maggiore sicurezza nel tiraggio senza problematiche e disagi.

Stufe a pellet senza canna fumaria: tipologie

Attualmente, in commercio esistono stufe senza canna fumaria alimentate: a legna; a pellet; a gas; a bioetanolo; a petrolio; a metano.

Le stufe a pellet senza canna fumaria funzionano attraverso una coclea che aspira il combustibile da un serbatoio(con capacità variabile dai 15 ai 25 kg) e lo lascia cadere all’interno della camera di combustione, mentre l’accensione avviene attraverso il getto di aria a temperature molto elevate fino all’accensione della fiamma; in seguito a ciò, il regime di potenza verrà abbassato per consentire un funzionamento meno dispendioso. Nella parte superiore è presente una piccola vasca in cui giace l’acqua che umidificherà l’ambiente, riducendo la secchezza nell’aria, causa di fastidi alle vie respiratorie e alla gola.

Generalmente, tutti i modelli di stufa a pellet possiedono un sistema di regolazione e automatizzazione dell’accensione e spegnimento che permette di preparare la casa al vostro arrivo aumentando il risparmio energetico perché la stufa viene accesa solo nel momento in cui vi è l’effettivo bisogno, oltre a un pressostato che rileva il buon tiraggio dei fumi.

Stufe a pellet senza canna fumaria: NO fumo

Assolutamente no. La tipologia di stufa senza canna fumaria produce, comunque, dei fumi, similmente a quelli delle altre tipologie di stufe tradizionali, ma sono considerati fumi ecologici, anche se contengono CO2 allo stesso modo , non dannosi per la salute delle persone e dell’ambiente e certificati CE, come nelle altre tipologie.

Inoltre, se la stufa senza canna fumaria è alimentata a pellet, i fumi prodotti sono di quantità inferiore rispetto a quelli dell’alimentazione a legna, ma ci sono. Per ovviare il problema, in commercio sono presenti dei sistemi che dissipano i fumi, raffreddandoli,  attraverso una sorta di filtro ad acqua.

Stufe a pellet senza canna fumaria: vantaggi

Le informazioni date sopra non sono altro che le risposte ai più frequenti dubbi e notizie che si fanno largo in un’informazione spesso parziale di questo prodotto, sempre più ricercato sul mercato perché soddisfa un’esigenza molto sentita, con l’aumento dello spostamento dalla campagna alla città e la necessità di abitare in appartamenti o condomini.

In linea generale, come viene dimostrato sopra in più risposte, la tipologia di stufa senza canna fumaria è un prodotto particolarmente vantaggioso, in tutti i sensi, non dimenticando, inoltre, la possibilità di essere spostato in ogni angolo dell’abitazione per riscaldare con poche emissioni inquinanti e riducendo i consumi energetici.

Le stufe a pellet senza canna fumaria rappresentano una valida soluzione per quanti non dispongono della possibilità di installazione di una canna fumaria, ma non intendono rinunciare ai vantaggi di una stufa di qualità per il riscaldamento della propria abitazione. Come abbiamo detto sopra, anche in assenza di canna fumaria è possibile installare una stufa a pellet con scarico forzato, a parete (nel rispetto delle normative vigenti), mentre per la funzionalità e il design, la stufa a pellet dimostra gli stessi requisiti del suo genere.

La stufa a pellet senza canna fumaria si presenta come un impianto di riscaldamento all’avanguardia nel settore delriscaldamento ecologico e ideale per chi abita in appartamento, condominio o in abitazioni in cui non è possibile fruire del condotto fumario o semplicemente si sceglie un’installazione celere priva di opere edilizie. La stufa viene installata in una parete perimetrale e i fumi vengono espulsi all’esterno.

I motivi per cui scegliere una stufa a pellet senza canna fumaria sono intrinseci alla sua caratteristica, per cui praticità e versatilità dell’impianto e l’utilizzo di fonti rinnovabili con alti rendimenti termici e basse emissioni di gas inquinanti, certificano la qualità, diventando la risposta ideale per ogni esigenza di riscaldamento.

Le stufe a pellet senza canna fumaria, con vari modelli e prezzi di diverso genere, potrebbero rappresentare un’alternativa, anche perché spesso la tradizionale canna fumaria costituisce uno svantaggio soprattutto a livello estetico.

Ci sono delle stufe che prevedono soluzioni differenti e che allo stesso tempo garantiscono di riscaldare la casa in maniera efficiente. Ne esistono di diverse marche, Palazzetti, Montegrappa, Ravelli, Brescia, Thermorossi: continuate a navigare sul nostro sito per qualche suggerimento in proposito, per scegliere al meglio!

Leggi anche:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento